L’abbigliamento giusto per il piatto di Agostino Scarpa

di Maria Pepe

Le stelle si sa brillano sempre, ma quando in un turbinio di stelle a brillare sono quelle “diverse” lo splendore è accecante. Così tra cinquanta e più piatti favolosi, “Ricette e Bozzetti” ha scelto la sua cometa. Una sfera dalla panatura croccante e dorata senza il minimo “rossore”, sgradevole conseguenza dell’olio oltre il punto di fumo, grande quanto una polpetta, pallina magica che fa subito casa e calore, un substrato di fior di latte dei Monti Lattari, custode di un cuore fatto di broccoli della Starza, salsiccia e spaghetti. Connubio perfetto tra l’eleganza e la raffinatezza del cibo in alta uniforme e la gustosissima praticità di quello da strada, incorniciato dall’alta qualità delle materie prime e, scusate se è poco, dello chef.

Fior di latte dei Monti Lattari con broccoli della Starza

Fior di latte dei Monti Lattari con broccoli della Starza

Agostino Scarpa, chef di “Famiglia Principe 1968”, osteria Slow Food di Nocera Superiore, non avrebbe mai pensato e forse tuttora non sa… di stare creando oltre che un piatto anche un outfit da seguire come linea guida per essere eleganti, ma pratici quando l’occasione d’uso è si di gala ma… “sotto un cielo diverso”. Nel rispetto delle cromie del piatto, attenersi ai colori caldi, dal marrone bruciato, forte richiamo alla terra, sapore e odore incontrastato dell’autunno, all’ocra, passando per tutti i mezzi toni del beige. Freddo e spazi aperti catalizzeranno l’attenzione sul capospalla dunque per dare un’impronta raffinata al proprio look puntare su un soprabito sobrio, ma d’impatto, linee morbide e pulite con l’unico vezzo del colore. Stessa scia seguita dalle borse in materiali poco importanti, magari anche tecnici ma dal design ricercato, in colori richiamanti i minimali dettagli presenti nelle tinte più forti su golfini, camicie e pantaloni prevalentemente neutri.

Agostino Scarpa

Agostino Scarpa

Le passeggiate esigono comodità e dunque ai piedi scarpe basse ma belle, la vernice ci salverà. Fatta la “Ricetta” quel che manca è il “Bozzetto”.

timthumb

Cappotto a uovo in una nuance dell’ocra, camicia dal fondo beige con piccoli rombi vinaccia, golfino in lana pettinata con abbottonatura invisibile e passamaneria interna anch’essa vinaccia, pantaloni marroni alla “carrettiera”, calze con ricami treccia beige, richiamanti quelle maschili. Le calze sono molto importanti perché visibili data la lunghezza caviglia dei pantaloni, inglesine in vernice testa di moro, maxi bag vinaccia con manici marroni, lo stesso marrone dei pantaloni per intenderci, echeggiante nella forma una borsa della spesa o, perché no, un paniere. Fatta la ricetta, fatto il bozzetto, altro non resta che… incontrarsi “Sotto un cielo diverso-on the–road”…

Foto di Mariana Silvana Dedu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...