Bifulco-Vorraro: la coppia che convince e stravince con l’alta qualità

IMG_8471

Tifo Francesco Vorraro. Da quando ho conosciuto lui e Luciano Bifulco la mia vita è cambiata. In meglio. Merito di un altro mio grande amico, il maestro pasticciere Alfonso Pepe.

Ne è nata un’amicizia solida che si basa su profondo rispetto e, soprattutto, su un grande entusiasmo per il territorio e su un sogno: riportare tutta la produzione agroalimentare, allevamenti inclusi, in Campania. Perché bisogna rimboccarsi le maniche. E lo si può fare solo con idee giovani.

Negli ultimi mesi, ho girato come una trottola. Il caso ha voluto che dall’estate a oggi andassi ovunque, ma non da loro, nell’insostituibile “Braceria Bifulco” a Ottaviano. E martedì 23 febbraio scorso, mi sono imposta come dovere morale di trascorrere una serata con loro.

Sì, perché lo chef (Francesco) e il patron (Luciano) sono l’unica coppia professionale che si intende solo con uno sguardo evitando parole superflue. Francesco impiatta e trasforma l’alta qualità che Luciano ricerca.

E così mi sono lasciata prendere per la gola da uno chef in un grande momento di grazia e creatività.

Dopo otto giorni, è difficile cercare di ricordare tutto ciò che ho mangiato. Forse mi vergogno? Ma ci proverò lo stesso.

Oltre ai pani che vale sempre la pena divorare,

IMG_8428

Braceria Bifulco, I Pani

Francesco ha incominciato facendo sfilare lo stinco di maialino nero con verdurine croccanti su crema di porcini,

IMG_8431

Braceria Bifulco, Stinco di maialino nero con verdure croccanti su crema di porcini

la tartare di marchigiana con burro di Normandia e acciughe del Cantabrico,

IMG_8436

Braceria Bifulco, Tartare di marchigiana con burro di Normandia e acciughe del Cantabrico

il maialino nero con friariello liquido e papaccella napoletana al salto.

IMG_8439

Braceria Bifulco, maialino nero con friabile liquido e pappardella napoletana al salto

Questo solo per allenarsi un po’. Ad accompagnare le prelibatezze il vino rosso Toscana Igt “Santa Cristina Le Maestrelle” dei Marchesi Antinori.

Poi Francesco continua con la minestra che si innamora del bollito

IMG_8441

Braceria Bifulco, Minestra che si innamora del bollito

che precede il mezzo pacchero Gentile alla “genovese” con cipollotto nocerino e pollo bio

IMG_8448

Braceria Bifulco, Mezzo pacchero Gentile alla “genovese” con cipollotto nocerino e pollo bio

e lo spaghetto Gentile con cime di rapa, stracciata e alici di Cetara.

IMG_8451

Braceria Bifulco, Spaghetto Gentile con cime di rapa, stracciata e alici di Cetara

Di tanto in tanto, Luciano, sempre impegnato per controllare il gradimento dei suoi clienti in sala, si ferma per chiacchierare.

La sfilata continua con la tagliata di chianina Igp con scarolina riccia crudo-cotta.

IMG_8456

Braceria Bifulco, Chianina Igp con scarolina crudo cotta

Arriva anche il momento dei dolci. Potevano mica mancare?

E così ci sono il babà-burger,

IMG_8465

Braceria Bifulco, Babà burger

una di quelle idee che solo la mente di Francesco può generare, la sfogliatella schiacciata

IMG_8468

Braceria Bifulco, Sfogliatella schiacciata

e il tortino al pistacchio di Bronte.

IMG_8461

Braceria Bifulco, Tortino al pistacchio di Bronte

Vado via soddisfatta e orgogliosa. Luciano Bifulco e Francesco Vorraro sono due giovani che non si accontentano mai dei risultati e si impegnano per raggiungere nuovi traguardi con la speranza di essere considerati come riferimenti di qualità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...