Mercoledì Teo Musso al “B-Zone – La Taverna di Bacco”

cse131

Due anni di studio e sperimentazione prima di riuscire a creare il bun desiderato, il classico panino per hamburger in stile americano, che potesse sposarsi adeguatamente con i burger home made e le salse artigianali: questo l’impegnativo percorso di preparazione seguito da Cristiano de Rinaldi per poter dare vita a una carta personalizzata dei panini che verrà presentata in anteprima mercoledì 27 aprile alle ore 21,30 presso il “B-Zone – La Taverna di Bacco”, locale della famiglia de Rinaldi ubicato a Napoli nella zona del Vomero Alto.

whosos
Ospite d’eccezione sarà Teo Musso, mastro birraio di chiara fama e fondatore del noto birrificio Baladin. Alcune birre della ricca collezione del birrificio piemontese accompagneranno i panini proposti in degustazione. Il solo panino “B-Zone” sarà, invece, abbinato alla IPA Zone, la birra artigianale prodotta direttamente da Cristiano.
A completare il menu saranno aperitivo e dessert firmati entrambi dal patron pizzaiolo-chef del locale Salvatore de Rinaldi, papà di Cristiano.
Per seguire l’evento sui social: #ilpaninodiCristiano.

Menu
Aperitivo:
Montanare e Focaccia Patanegra
accompagnate da ELIXIR demi secco Baladin

Uno dei seguenti panini a scelta:
– B-Zone Saki: Battuta di pollo, pomodorino del piennolo, songino, crema di formaggio fresco
Abbinamento con ISAAC Baladin

– B-Zone classic: Hamburger di black angus, insalata e pomodoro con glassa all’aceto balsamico, bacon artigianale e scamorza
Abbinamento con IPA ZONE by Cristiano

– B-Zone Teo : Hamburger di Fassone Piemontese, Radicchio Trevigiano, Formaggio di Bra
Abbinamento SUPER BITTER Baladin

Inoltre:
Patate fritte Chips e Stick artigianali

Birramisù
Accompagnato da Xyauyù Oro Baladin

Il costo della serata a persona è di € 25.00

Info e prenotazioni:
B-Zone – La Taverna di Bacco
Via Sementini, 28/32 – Napoli
Tel. 081 5466119 – 081 0209646

Contatti stampa:
Laura Gambacorta
Mob. 349 2886327
Email: laugam@libero.it

Da Casa Lerario il 23 aprile “Una Primavera…Pazzesca”

k1t9gs

Sabato 23 aprile alle ore 13,00 all’Agriturismo Casa Lerario di Melizzano secondo appuntamento di “Una Primavera…Pizzesca!”, il ciclo di pranzi che la farmhouse sannita ha voluto dedicare alla pizza di qualità.
Dopo le pizze fritte di Enzo Piccirillo de La Masardona protagoniste dell’appuntamento di marzo spazio ora alle pizze al forno del “tecnologo degli impasti” Salvatore Kosta che proporrà due tipologie di impasti, entrambe con lunga lievi-maturazione. I prodotti dell’orto di Casa Lerario, oltre a essere impiegati come ingredienti sulle pizze di Kosta, daranno vita a delle gustosissime insalatone rinfrescanti. Per la cottura delle pizze si utlizzerà l’innovativo forno elettrico “Scugnizzonapoletano” messo a disposizione dalla Izzo Forni.

5ebpa1
La maratona del gusto proseguirà, poi, con i sorbetti e i gelati naturali della maestra gelatiera Pina Molitierno di Vanilla Ice Lab di Caserta, con gli amatissimi Fiocchi di neve del pasticciere Ciro Poppella di Napoli, con le birre artigianali del birrificio Maneba di Striano e, infine, con i liquori dell’Antica Distilleria Petrone di Mondragone.
Per i bambini è stato predisposto un menu ad hoc dal costo di 20 euro.
Anche il ciclo “Una primavera…Pizzesca” porta la firma della “collaudata coppia” Laura Gambacorta e Giampiero Prozzo.

Menu
Pizze di Salavatore Kosta
Pizze napoletane:
Margherita: pomodoro San Marzano, fiordilatte di Agerola, olio evo prodotto da Casa Lerario, basilico
Salsiccia e friarielli: fiordilatte di Agerola, salsiccia di maiale nero casertano, friarielli, olio evo prodotto da casa Lerario

Pizze alla pala:
Mozzarella di bufala, pacchetella rossa e gialla, olio evo, basilico
Burrata, pancetta maiale nero casertano, olio evo

Insalatona con i prodotti freschi dell’orto di Casa Lerario
Sorbetti e gelati naturali di Pina Molitierno – Vanilla Ice Lab
Fiocchi di neve – Poppella

In abbinamento:
Clelia, Oro di Napoli e Vesuvia – Birrificio Maneba
Guappa, Crema di pistacchio ed Elixir Falernum – Antica Distilleria Petrone

Ticket di partecipazione: euro 24 (birre e liquori inclusi)
Menu bambini: euro 20

Info e prenotazioni:
Casa Lerario
Contrada Laura, 6
Melizzano (Bn)
http://www.casalerario.it
tel. 0824 944018

Contatti stampa:
Laura Gambacorta
Mob. 349 2886327
Email: laugam@libero.it

Caupona: il primo ristorante archeo-esperenziale di Pompei

h720gt
Nasce a Pompei, a pochi metri dall’area archeologica, “Caupona” (dal latino, “locanda, osteria”), il primo ristorante “archeo-esperienziale”, completamente ispirato all’antica città romana distrutta dal Vesuvio, dove un pranzo o una cena diventano una vera e propria immersione negli usi e nei costumi in voga nella Pompei di duemila anni fa.

Tutto è stato studiato e realizzato per riprodurre, fin nei minimi particolari, le caratteristiche di una locanda e di una casa di epoca romana.
L’accogliente giardino di “Caupona” riproduce quello di una domus; sulle pareti dell’edificio (ad un solo livello, ottenuto ristrutturando un casale rurale), campeggiano prezziari (in assi e sesterzi), graffiti e scritte elettorali che ricalcano quelle di un’osteria.
L’interno, nella parte dedicata alla gerenza, riprende il Termopolio di Vetuzio Placido; quella dedicata agli ospiti, invece, ripropone la bellissima Domus di Marco Lucrezio Frontone. Tutti i dipinti murali e gli affreschi sono stati riprodotti a mano, come usavano fare i “copisti” dell’antica Pompei.
Infine, le bevande e i cibi, ovviamente ispirati alle ricette del De Re Coquinaria di Apicio, da “Caupona” vengono serviti in piatti e coppe di terracotta da personale vestito in costumi d’epoca, per rendere l’esperienza, non solo enogastronomica, ancora più unica e coinvolgente.

E domani c’è Mangiamed a Villa Domi

ijosjm

Prodotti e Territorio sono da sempre i protagonisti degli eventi “Mangiamed”. Tant’è che anche quest’anno, il 14 Aprile a Villa Domi, alle ore 19.00, grazie alla manifestazione intitolata “Mangia sano… scegli Mediterraneo”, oltre 30 autorevoli chef, maestri pasticcieri e pizzaioli campani, si uniranno nella preparazione di specialità tipiche locali ispirate alla “Dieta Mediterranea”. Per i partecipanti, un percorso territoriale e culturale per esaltare le caratteristiche enogastronomiche dei luoghi di produzione e contribuire a creare una immagine forte, un binomio tra “luoghi e cibi”. Ideato ed organizzato da Patrizia Zinno e Patrizia Nicolais, docenti di Scienza e Cultura dell’Alimentazione nella Scuola Alberghiera di Scampia, l’evento di Villa Domi, con i buoni auspici della proprietaria Maria Rossi e del responsabile del coordinamento Marcello Messuri, intende raccogliere nuove informazioni e scoprire i sapori autentici disegnati dall’amore per la terra campana ed i suoi prodotti. Con la partecipazione degli Allievi della “Scuola Alberghiera di Scampia ed i Ragazzi down dell’Associazione della “Bottega dei Semplici Pensieri”, il grande evento Mediterraneo offrirà anche spazio alle realtà agricole e produttive di qualità della nostra terra. Madrina della serata sarà Giovanna Voria, Ambasciatrice della Dieta Mediterranea nel mondo. L’apprezzata cuoca, farà conoscere i prodotti genuini che valorizzano la “Dieta Mediterranea” e che regalano salute e benessere, il lavoro delle produzioni, l’importanza della Filiera agroalimentare e le modalità con cui salvaguardare l’indispensabile biodiversità. Ancora, racconterà la storia dei suoi legumi di Cicerale (Slow Food) un tempo riserva di proteine nobili per la cultura contadina. L’Evento Mediterraneo, inoltre, si tramuterà in una serata di solidarietà e gli ospiti, con 20.00 euro (l’incasso sarà devoluto in beneficenza) potranno assaggiare le prelibatezze “Mediterranee” preparate da tutti gli Chef, Pizzaioli e Pasticcieri, presenti. Attraverso un percorso degustativo tra delle “Isole Mediterranee” dei sapori e colori vi sarà una presentazione accurata di: Vini, Pasta, Riso, Pane, Alici mediterranee, novità come il famoso “Kepurp”, mozzarelle, fiordilatte di Agerola, formaggi stagionati ed al cucchiaio di Bufala, Capra e Pecora, con abbinamenti di salse e confetture e miele biologico. Pizzette ripiene e farcite di verdure stagionali, stuzzicherie mediterranee, frutta e verdura di stagione, e tanti dolci e gelati. Non mancherà nel Mediterraneo degustativo anche una Isola dei sapori Gluten Free. Tanti i produttori e tante le aziende che sosterranno l’iniziativa con i loro prodotti. Tra i presenti gli chef, Maurizio De Riggi, Antonella Rossi, Michele Pelliccia, Alfonso Crisci, Dario Tornatore, Pietro Parisi, Stefano Ruzzoli, Antonella Iandolo, Antonella Cosentino, Federica Bernardini Minaj, Giuseppe Garrozzo Quirino, Maria Scotto D’Abusco, Mario Pollio, Cristina Basso, Mario Loina, Salvatore de Rinaldi, gli chef stellati Peppe Aversa e Lino Scarallo, la Cake Designer Antonella Stornaiuolo, i pasticcieri Gennaro Peluso, Sabatino Sirica, Mario Di Costanzo, Anna Chiavazzo, Armando Scaturchio, il Sommelier Maria Manuela Russo ed i pizzaioli, Salvatore Staiano, Guglielmo Vuolo e Giuseppe Pignalosa.

per l’ufficio stampa e comunicazione Mangiamed
dott. Giuseppe Giorgio
giornalista professionista
associato Arga Campania
ph.3473173556

27 aprile 2016: II edizione del “Carciofo Bianco di Pertosa”

Luis Wine & Dine Events con il Patrocinio del Comune di Pertosa e della Fondazione MIdA presenta “Il Carciofo Bianco di Pertosa” interpretato e presentato nelle creazioni di 10 Chef

9ljgox1

II edizione

Mercoledì 27 aprile 2016 ore 20:30 presso il Museo Mida 1 di Pertosa

Questi gli chef e i piatti che verranno presentati durante la serata.

Aperitivo

Tronchetto di ricotta profumato alla menta su crema di carciofi

Ines Cafaro del ristorante Zi Marianna di Pertosa (Sa)

Antipasti

Tiepido di bufala con Carciofo Bianco di Pertosa croccante e crudo del Mediterraneo

Nando Melileo del ristorante Emozionando di Ogliara (Sa)

Animelle e carciofi

Giuseppe Misuriello dell’Antica Osteria Marconi di Potenza

Uovo cotto lentamente con Carciofo Bianco di Pertosa, guanciale e fonduta al caciocavallo di grotta

Tommaso Morone del ristorante Senzatempo Osteria di Caggiano (Sa)

Primi

Risotto spatola e Carciofo Bianco di Pertosa

Michele De Martino e Riccardo Faggiano del ristorante Evù di Vietri sul Mare (Sa)

Candele Vicidomini, Carciofi Bianchi di Pertosa, agnello irpino e cipolla ramata di Montoro

Antonio Petrone del ristorante Pensando a te di Acquamela di Baronissi (Sa)

Secondo

La guancia il carciofo ed il suo amaro

Vitantonio Lombardo del ristorante Locanda Severino di Caggiano (Sa)

Dolce

Tartelletta al cioccolato bianco e frutto della passione con gelato al Carciofo Bianco di Pertosa e Cynar

Cristian Torsiello dell’Osteria Arbustico di Valva (Sa)

Il Carciofo Bianco di Pertosa e i suoi derivati nella piccola pasticceria

Giuseppe Isoldi del ristorante Sotto la Torre di Satriano di Lucania (Pz)

In abbinamento i vini delle migliori aziende campane e nazionali.

Costo della serata: 60 euro

Per info e prenotazioni: 340.1864627

La Fondazione MIdA è a Pertosa in via Muraglione 18/20