Off 2016: Luciano Bifulco e Francesco Vorraro scelgono la pasta e piselli in onore di Ottaviano

otdgav1

Da sx: Gioacchino (Francesco) Vorraro e Luciano Bifulco

Luciano Bifulco e Francesco Vorraro sono una coppia professionale. L’uno è il patron della “Braceria” e “Gastronomia” omonima di via Lavinaio a Ottaviano. L’altro è lo chef. Insieme, da circa tre anni, hanno messo a soqquadro il paese vesuviano trasformandolo nel punto di riferimento per gli appassionati cultori della carne a lunga frollatura, novanta giorni. Col passare del tempo, invece, la “Braceria” si è evoluta ulteriormente ed è diventata ufficialmente luogo di ricerca del gusto nel nome dei prodotti tipici del territorio.

Alta qualità, cura dei dettagli, rispetto ed educazione nei confronti della clientela. Questi gli ingredienti segreti che li ha trasformati in un esempio che oggi, senza mezzi termini, fa invidia a molti, soprattutto a chi è abituato ad anteporre titoli altisonanti e riconoscimenti ufficiali all’inconsistenza delle proprie creazioni.

Sì, Luciano e Francesco hanno poche parole d’ordine. Due per essere precisi: originalità e tradizione. Difficili da coniugare? Assolutamente no. Soprattutto quando lo chef è poliedrico e appassionato e il patron è in grado di lavorare ventiquattro ore di seguito senza mai perdere il controllo della sala, dei clienti, del personale. In questi ritrovi speciali non si può abbassare l’attenzione nemmeno un attimo, altrimenti si rischia di compromettere tutto.

D’altronde questi due giovani dovrebbero essere imitati da molti. Per tutta questa settimana sono stati impegnati a mettere a punto la performance che li vedrà protagonisti di Off 2016.

vgtbjy1

Alle 17.30 di domani si aprirà ufficialmente l’Ottaviano Food Festival, da un’idea dello chef Alfonso Crisci. Luciano, Francesco e tutto il “Bifulco Culinary Team” sono già pronti per allietare i palati di chi entrerà nel villaggio del gusto.

Come al solito, hanno fatto le cose in grande o meglio secondo la propria filosofia ristorativa. Tre stand per omaggiare Ottaviano il paese che li accoglie e a cui si sentono legati. Per questo motivo, non può mancare la pasta e piselli, piatto forte del paese e dello chef Vorraro che per Off sarà presentato con salamella di maialino nero casertano

gkugvk

Braceria Bifulco, Pasta e piselli con saltella selezione Bifulco

che ho avuto il piacere di assaggiare in anteprima martedì scorso perché Luciano e Francesco affettuosamente hanno voluto farmelo assaggiare in anteprima.

Ma domani sera chi sceglierà Bifulco avrà anche modo di assaggiare la tartare di marchigiana beneventana Igp,

31pr9q

Braceria Bifulco, Tartare di marchigiana beneventana

certificata come tutte le carni scelte da Luciano, discendente di una storica famiglia di allevatori.

Tra le altre chicche: il provole del Monaco Dop e l’ampia selezione di salumi Bifulco.

kvqnka

Da sx: Fabio Vorraro, io, Francesco Vorraro e Luciano Bifulco

Non c’è che dire la “Braceria Bifulco” sta attraversando un momento di grazia. Da qualche settimana, in cucina, è arrivato Fabio Vorraro, fratello di Francesco (Gioacchino). Vederli lavorare fianco a fianco è una soddisfazione perché il loro feeling va oltre le parole e arriva direttamente alla clientela.

Per le donne… dalle donne: all’O Ca Bistrò cena a quattro mani con Giovanna Farina e Philly D’Uva

12814763_1213589768681646_2784072281882172823_n

Da sx: Philly D’Uva e Giovanna Farina

8 marzo sì? 8 marzo no? Sicuramente, la giornata internazionale della donna non può lasciare indifferenti. Bisogna continuare a sensibilizzare il più possibile perché le donne in diversi ambiti continuano ancora a essere discriminate. Festeggiare questa giornata? Sì, se diventa un momento di socialità che aiuta a riscoprire il gusto di stare insieme tra amiche, in coppia, in famiglia. D’altronde, si corre sempre e, un giorno in più per coccolarsi, non fa male.

E così Giovanna Farina e Philly D’Uva hanno usato la propria sapienza gastronomica per prendere tutti per la gola. Questa coppia nata per l’occasione è la testimonial ideale per l’8 marzo. Pensate che la prima, è madre di tre figli (2 maschi e 1 femmina); Philly è il capo di una tribù di 4 “femminucce”, con cui quotidianamente si confronta anche il marito Nicola Attianese.

8marzo

Per le donne… dalle donne, questo il titolo dell’evento che si svolgerà da ‘O Ca Bistrò, il grazioso locale che Giovanna ha ideato con il marito Antonio Pepe. Una cena a quattro mani con Philly, una lunga esperienza di cuoca a domicilio e tanta tanta intraprendenza. La sua cassata siciliana ha incantato persino il palato del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella durante la sua visita negli Stati Uniti d’America.

Appuntamento dalle 20.30 in via Giovanni XXIII a Nocera Inferiore, nel quartiere San Matteo, per intenderci.

 

Carmine Capuano vince la gara di cucina tra ingegneri

12670032_1296415347041917_822283320_oTenzone tra ingegneri. Tornano alla mente i versi di Dante Alighieri per raccontare la gara all’ultimo piatto disputata tra Carmine Capuano e Antonio Coppola.

12674837_1296415427041909_1653174940_o

Venerdì 29 gennaio, nella suggestiva cornice di Villa Calvanese a Castel San Giorgio, i due ingegneri si sono sfidati per pura goliardia tra amici e soci del sodalizio, gli “Amici di Villa Calvanese” appunto, presieduto da Carmine.

12656453_1296415287041923_2066625896_o

Il tutto si è svolto secondo la prassi con un’attenta giuria in cui spiccavano tra gli altri il sindaco Sammartino, la chef Philly D’Uva e l’instancabile Maristella Caputo.

Ma cosa sono stati “costretti” ad assaggiare i giurati prescelti?

Due menu di tre portate ognuno. Un primo, un secondo e un dolce.

Carmine Capuano ha preparato il pacchero fritto ripieno di ricotta e provola su crema di pomodoro; 

12674956_1296415283708590_1556445964_o

il maialino scottato al burro con mele e riduzione di Primitivo di Manduria;

12695225_1296415310375254_628551492_o

la millefoglie scomposta.

12698808_1296415413708577_1948385313_o

Antonino Coppola, invece, si è espresso con ravioli ripieni di porcini con crema di castagne, funghi porcini trifolati e granella di nocciole;

12698977_1296415297041922_448850319_o

la costata di manzo con intingolo di uva, radicchio, pinoli e frutti di bosco;

12669776_1296415343708584_1251321793_o

la cassata siciliana.

12656223_1296415390375246_551304181_o

A fine gara, i giurati non hanno potuto evitare di complimentarsi con questi cuochi per caso. A trionfare è stato Carmine Capuano che, al momento, è già concentrato per la prossima edizione di “Vitigno & Terroir” che si terrà il 5 e il 6 marzo prossimi.


Foto Nicola Attianese

L’Antica Distilleria Petrone “recita” in Zoolander 2

Set Zoolander 2 con liquori Petrone 

Un bar interamente allestito con i liquori della Distilleria Petrone a fare da sfondo a un battibecco tra gli attori Ben Stiller e Owen Wilson, protagonisti, rispettivamente nei panni di Dereck Zoolander e del suo amico Hansel, dell’atteso Zoolander2: ecco una delle scene girate a Roma da Stiller, non solo attore ma anche regista del film in uscita in questi giorni nelle sale europee e statunitensi.

Per l’azienda campana, capitanata dal giovane manager Andrea Petrone, non si tratta di un esordio in una produzione cinematografica internazionale perché già in passato il suo limoncello era stato “immortalato” nel film del Premio Oscar Paul Haggis “Third person”.

Zoolander 2, distribuito dall’Universal Pictures, è il sequel del film omonimo del 2001, parodia del mondo della moda e di tutti gli eccesi che lo caratterizzano.    

Il cast d’eccezione annovera anche altri nomi celebri come gli attori Penelope Cruz, Will Farrell e Kristen Wiig e star della musica del calibro di Justin Bieber e Mika.

 

Antica Distilleria Petrone

Via Generale Giardino, 49

Mondragone (CE)

Tel. 0823 978047

www.distilleriapetrone.it

 

Responsabile della comunicazione:

Laura Gambacorta

Cell. 349 2886327

Email: laugam@libero.it