Tarallucci e vino: il quinto appuntamento conferma il successo dell’AperiSpettacolo

IMG_9570

Panificio Malafronte, I taralli

Eclettico e goloso. Così è stato “tarallucci e vino” nell’interpretazione di Angela De Vivo, la pizzaiola di Sarno di “Pizza pazza per i pazzi della pizza”.

IMG_9573

Pizza pazza per i pazzi della pizza, Crépes con pasta e fagioli

Sabato scorso questa giovane intraprendente che ama stupire, inventare e rielaborare, in occasione del quinto appuntamento con l’AperiSpettacolo di “Scenari pagani”, ha preparato le crépes al ripieno di pasta e fagioli e gli scazzoppoli alla salsa di cioccolato.

IMG_9576

Pizza pazza per i pazzi della pizza, Scazzoppoli alla salsa di cioccolato

Come tradizione, non era da sola però.

IMG_9589

Panificio Cascone, Panettiello

C’erano gli immancabili compagni di viaggio della seconda edizione di “tarallucci e vino”. Alto gradimento per il panettiello di Filippo Cascone dell’omonimo panificio di Lettere che diventa più buono e più bello di appuntamento in appuntamento; gli inimitabili taralli del Panificio Malafronte di Gragnano;

IMG_9577

i vini dell’azienda vinicola Santacosta di Torrecuso del wine maker Giuseppe Pagano

IMG_9580

che non fa mai mancare il suo appoggio quando c’è da rappresentare il territorio.

IMG_9584

Come tutte le cose belle, anche quest’esperienza sta per volgere alla fine. “Scenari pagani” e “tarallucci e vino” si concluderanno venerdì 1° aprile prossimo.

Annunci

Tarallucci e vino: il 19 marzo ritorna Angela De Vivo

Piaf - Back without wing

Antonetta Capriglione 

Essere un presidio culturale del territorio vuol dire anche avere un occhio di riguardo per le più interessanti compagnie giovani del territorio, portandole in scena dopo una ricerca artistica ragionata. Casa Babylon applica questa idea da 19 anni con Scenari pagani, sotto la guida del direttore artistico Nicolantonio Napoli. Stavolta, lancia sul palco del festival di teatro e musica la compagnia salernitana Capriglione / Limodio con “Piaf: back without wing” sabato 19 marzo alle 21, presso il teatro del Centro Sociale di Pagani (SA).

Piaf è un battito, è un esperimento sul volo. Un’indagine sulla schiena dell’uomo senza ali, una riflessione sul potere umano della canzone, sulla bellezza dell’inferno.

Antonetta Capriglione è Edith Piaf che, ormai fantasma, ha perso la sua voce umana, la sua celebre “ugola insanguinata da passerotto”. Ma non ha perso la capacità di interrogarsi, e di far interrogare assieme a sé il pubblico. Esistono parole d’amore che annullano le distanze? Il cuore è davvero solo un pugno conficcato dentro al petto?

Con lo sguardo volto all’esperienza della vita, Piaf richiama forti suggestioni. Ci ricorda che il pensiero è fatto anche, a volte, di legittime meschinità, ma per ovviare basta cambiargli spesso acqua e lasciarlo fluire libero.

L’anima e l’animalità del personaggio evocato dalla drammaturgia di Maria Sole Limodio, esalta il volo basso dei passerotti leggeri, ai quali si ispirava il soprannome col quale era celebre la chanteuse, e non quello rapace e tracotante degli sparvieri. Sulla scena, le canzoni lasciano il posto al silenzio, all’attimo esatto che precede un bacio.
Il bacio di Piaf col suo pubblico, unico fiato possibile prima della fusione con chi l’ha tanto amata.

IMG_9178

Filippo Cascone, Panettiello

E’ un presidio anche “Ritratti di Territorio”, guidato dalla giornalista Nunzia Gargano, che cura l’organizzazione dell’apprezzato AperiSpettacolo “Tarallucci e Vino”, che guida gli spettatori di “Scenari pagani” in viaggi ragionati tra le eccellenze enogastronomiche campane. Continuano ad accompagnare la rassegna i vini dell’azienda Santacosta di Torrecuso (BN)

IMG_9156

abbinati ai tarallucci del centenario panificio Malafronte di Gragnano (NA);

IMG_9161

Panificio Malafronte, Taralli

e l’innovativo “panettiello”, il casatiello lievitato del rinomato panificio Cascone di Lettere (NA). Allo spettacolo che vede protagoniste donne, si affianca un gradito ritorno in rosa: la pizzaiola Angela De Vivo di “Pizza pazza per i pazzi della pizza”di Sarno (SA). Una delle poche donne pizzaiole del salernitano, che ha fatto della passione, del km0 e della genuinità dei prodotti locali gli elementi principali delle sue pizze.

segreteria e botteghino Casa Babylon telefono/Fax 081 5152931

lunedì – giovedì – venerdì – sabato, ore 16.00/20.00

Mercuzio non vuole morire perché non può finire tutto a tarallucci e vino

Mercuzio e altre utopie realizzate

Il racconto straordinario di 27 anni di teatro della Compagnia della Fortezza attraverso parole, frammenti di spettacoli, video e musiche di scena
con
Armando Punzo – regista e fondatore della compagnia
Aniello Arena – attore della compagnia
Andrea Salvadori – autore ed esecutore al piano delle musiche di scena
Coordina la serata Rossella Menna – drammaturga e curatrice teatrale

“Mercuzio e altre utopie realizzate” è un incontro ravvicinato, uno spettacolo a luci accese, un dialogo serrato tra pensiero e immagine; è il racconto straordinario della storia della Compagnia della Fortezza, una realtà teatrale e artistica unica nel suo genere, riconosciuta a livello internazionale, che sotto la direzione di Armando Punzo ha totalmente rivoluzionato il carcere di Volterra trasformandolo da Istituto di Pena in Istituto di Cultura.
L’appuntamento con il racconto-spettacolo è previsto per la seconda serata della rassegna “Scenari pagani”, organizzata da Casa Babylon Teatro con la direzione artistica di Nicolantonio Napoli, presso il Teatro del Centro Sociale di Pagani (SA) alle ore 21 di sabato 20 febbraio. Questo sarà il culmine della 5 giorni di eventi e cultura del progetto “Mercuzio non vuole morire” di Punzo, portato nel salernitano da Casa Babylon. In mattinata, il racconto-spettacolo sarà introdotto da un altro grande momento simbolico: l’azione teatrale collettiva in Piazza Sant’Alfonso, un dialogo-provocazione con la città, al quale parteciperanno centinaia di persone, aprendo un fronte di riflessione comune su quale sia la sorte della cultura nel territorio.
In serata, con lo spettacolo “Mercuzio ed altre utopie realizzate”, attraverso parole, frammenti di spettacoli, video e musiche di scena, Armando Punzo – in vivace dialogo con uno studioso, un critico, un intellettuale di riferimento – conduce il pubblico in un viaggio speciale, una esplorazione privilegiata nell’immaginario visionario della compagnia, riproponendo video degli spettacoli di maggiore successo, delle prove, di documentari storici, degli incontri, riattraversando le atmosfere, le difficoltà del lavoro quotidiano, le intuizioni, le colonne sonore, i premi vinti.
Ad accompagnare il regista in questo viaggio, Andrea Salvadori, compositore ed esecutore delle musiche di scena, che esegue dal vivo, al pianoforte, partiture dalle colonne sonore degli spettacoli, e uno o più attori, tra cui Aniello Arena, vincitore tra l’altro del nastro d’argento per l’interpretazione da protagonista nel film Reality di Garrone, che interpreta alcuni dei personaggi storici che lo hanno reso celebre.
Il pubblico viene a sua volta coinvolto attivamente nello spettacolo, attraverso momenti di interazione performativa, o con dibatti che si producono spontaneamente. Ciascun evento rappresenta dunque un unicum, e una occasione diversa di fruizione, scoperta e approfondimento
Prima dell’apertura del sipario, consueto appuntamento con l’AperiSpettacolo “Tarallucci e Vino” organizzato in collaborazione con “Ritratti di Territorio” guidato dalla giornalista Nunzia Gargano. Il percorso di scoperta delle eccellenze del panorama enogastronomico campano vedrà protagonisti: la pizzaiola Angela De Vivo di “Pizza pazza per i pazzi della pizza” di Sarno (SA); I vini dell’azienda Santacosta di Torrecuso (BN); i tarallucci del centenario panificio Malafronte di Gragnano (NA); i casatielli del rinomato panificio Cascone di Lettere (NA).
segreteria e botteghino Casa Babylon telefono/Fax 081 5152931
lunedì – giovedì – venerdì – sabato, ore 16.00/20.00
Pagani, 18 febbraio 2016
Ufficio Stampa
Casa Babylon Teatro
Susy Pepe
3284552799
casababylonteatro@gmail.com
susy_pepe@libero.it