A Napoli la prima Assemblea regionale dell’Alleanza Slow Food dei Cuochi e dei Pizzaioli della Campania e della Basilicata

Alleanza Slow Food dei Cuochi

Mercoledì 30 Marzo alle ore 16,00 a Napoli presso la sede di Eccellenze Campane (via Brin, 69) è convocata la prima Assemblea regionale dell’Alleanza Slow Food dei Cuochi e dei Pizzaioli della Campania e della Basilicata. L’appuntamento, che vedrà anche la partecipazione di alcuni produttori dei Presìdi Slow Food di Campania e Basilicata, sarà coordinato da Rita Abagnale, responsabile regionale del progetto.
L’incontro si svolge in vista della II Assemblea Nazionale del Progetto Alleanza che si terrà lunedì 4 Aprile a Scandicci (Fi) presso il Castello dell’Acciaiolo.
«Obiettivo di questa prima Assemblea regionale – spiega Rita Abagnale – è rinsaldare i rapporti tra i cuochi e i pizzaioli dell’Alleanza presenti in Campania e Basilicata e, nel contempo, analizzare le criticità del progetto per superarle e migliorare così il lavoro della rete dei ristoratori e dei pizzaioli “alleati” di Slow Food».
L’Alleanza Slow Food coinvolge 527 cuochi in Albania, Italia, Olanda, Marocco e Messico, di cui421 solo in Italia e ben 47 in Campania (37 Ristoranti e 10 Pizzerie). I cuochi aderenti al progetto sostengono i piccoli produttori custodi della biodiversità, impiegando ogni giorno nelle loro cucine i prodotti dei Presìdi, dell’Arca del Gusto e gli ortaggi, i frutti, i formaggi, prodotti localmente. I cuochi si impegnano a indicare nei menù i nomi dei produttori dai quali si riforniscono, per dare rilievo e visibilità al loro lavoro.
In occasione dell’Assemblea regionale, due Cuochi e due Pizzaioli dell’Alleanza Slow Food affiancheranno due cuochi e il pizzaiolo di Eccellenze Campane. Eduardo Estatico del “J.K Palace” di Capri (Na), che collaborerà a pranzo con lo chef residente Antonio Tubelli de “L’arte della friggitoria”, preparerà preparerà un crocchè di genovese di vitello, cipolla ramata di Montoro, provolone del monaco stagionato 18 mesi e polvere di cannella. Sempre a pranzo il pizzaiolo Luigi Cippitelli della Pizzeria “Voglia di Pizza” di San Giuseppe Vesuviano (Na) ospite del Maestro Pizzaiolo Guglielmo Vuolo preparerà la sua pizza “A Tutto Slow” con fiordilatte dei Monti Lattari, carciofo violetto di Castellammare, papaccella napoletana, pomodorino del piennolo del Vesuvio, oliva salella ammaccata del Cilento, provolone del monaco Dop e olio extravergine di oliva.
Per cena il cuoco Daniele Luongo della “Locanda della Luna” di San Giorgio del Sannio (Bn) sarà ospite di Giovanni Iodice dell’Osteria “Vico Sorbo di Fenesta Verde” e preparerà una Legumatadel Fortore con bocconcini di pancotto e salsiccia rossa di Castelpoto. Inoltre il Pizzaiolo Paolo De Simone della Pizzeria “Da Zero – Pizza e Territorio” di Vallo della Lucania (Sa), ospite del Maestro Pizzaiolo Guglielmo Vuolo preparerà tre tipologie di Pizza: la “Cilentana” con pomodoro Pizzutello di Battipaglia, Cacioricotta di Capra del Cilento, olio extravergine di oliva cilentano e basilico; “Tonno e Ammaccate” con fiordilatte di Agerola, tonno Aura di Palinuro, oliva salella ammaccata del Cilento, cipolla di Vatolla, olio extravergine di oliva cilentano e basilico; “Primavera Cilentana” con mozzarella nella mortella, fiori di Zucca, alici di Menaica, pomodoro datterino giallo di Battipaglia, olio extravergine di oliva cilentano e basilico.
I piatti sono messi in degustazione ad un prezzo Slow. Per informazioni mob. 331 4553264

Annunci

Campania e Piemonte unite per il buongusto

lericettedellamicizia

Le ricette dell’amicizia. Questo il titolo del libro che sarà presentato domani sera, alle 19, presso il centro polifunzionale “Mons. Andrea Gallo” di Agerola. Il volume è frutto del gemellaggio tra il comune dei Lattari e quello piemontese di San Salvatore Monferrato. Il ricettario, infatti, è una testimonianza dei piatti della tradizione delle due realtà. L’aspetto più simpatico della pubblicazione è aver chiamato tutti a raccolta per scrivere le pietanze tipiche e rivisitate. Di buona lena, hanno redatto le ricette sindaci, massaie, parroci e chiunque volesse dare il proprio contributo a quello che nel sottotitolo è definito “Diario di sentimenti e di cucina fra San Salvatore Monferrato e Agerola alla scoperta del buongusto”.

Nel corso della serata, inoltre, sarà conferito il premio “Andrea Buonocore” agli allevatori particolarmente distintisi nella tutela e salvaguardia del bovino di razza agerolese. Nello stesso tempo, ci sarà il conferimento del marchio De.Co (Denominazione comunale) per i salumi, i pomodori e la pera pennata di Agerola.

Dolce Campania, sos artigianato

Sos artigianato: è stato questo il grido d’allarme lanciato dai maestri pasticcieri nel corso della tavola rotonda svoltasi nel pomeriggio di martedì scorso presso l’aula consiliare del comune di Vietri sul Mare.
All’evento, organizzato da Maria Manuela Russo, presidente dell’associazione “Extra Chef”, nell’ambito della prima edizione di “Dolce Campania”, si è avviata una riflessione interessante e delicata sull’arte pasticciera.
Alla discussione, coordinata dalla giornalista enogastronomica Nunzia Gargano, hanno partecipato: Alfonso Pepe dell’omonima pasticceria di Sant’Egidio del Monte Albino, trionfatore di “Re Panettone” 2014; Fulvio Russo, pasticciere e docente del “Gambero Rosso”, specializzato nelle preparazioni gluten free, presidente dell’associazione “Antonio Pippa”; Giulia Capece del laboratorio dolciario “Il frutto della passione” di Battipaglia; Francesco Crispo dell’Antica Pasticceria Don Prisco di Pagani.
A fare gli onori di casa, il locale assessore al turismo, Giovanni De Simone.
Un pomeriggio produttivo e interessante quello del giorno dell’Epifania che ha posto le basi per la promozione di una lenta rivoluzione alla fine della quale i pasticcieri si riscoprano innanzitutto artigiani.
Soddisfatta Maria Manuela Russo che è riuscita a mettere insieme tante personalità che sono riuscite a confrontarsi e a fare fronte comune.
Le foto sono di Gianluca Tiberino

Campania Alto Pregio, domani a Sarno la presentazione de “Le ricette dell’Agro”

campania per web1Le ricette dell’Agro Nocerino-Sarnese. Il libro di nunzia Gargano (prefazione di Luciano Pignataro), edito dalle Edizioni dell’Ippogrifo, sarà presentato sabato 3 gennaio, alle 17, a Sarno nell’area palco del gusto allestita nei pressi del centro cittadino. L’evento rientra nella tre giorni di manifestazioni “Campania Alto Pregio”, il cui taglio del nastro ci sarà domani mattina, alle 11.

foto
Fino a lunedì 5 gennaio, si susseguiranno convegni, degustazioni, workshop attraverso i quali si coglierà l’ennesima occasione per promuovere un territorio come la nostra regione che ha ancora tanto da offrire all’enogastronomia di qualità.

Gemellaggio Agro-Aversa

Incontri “Eccellenze e Cultura” – Percorsi gastronomici aperti a tutti. Il terzo appuntamento della rassegna sarà dedicato alla presentazione del libro di Nunzia Gargano, Le ricette dell’Agro Nocerino-Sarnese (Prefazione di Luciano Pignataro), edito dalle Edizioni dell’Ippogrifo.
copertins le rice
L’evento si svolgerà domenica 30 novembre dalle 11 alle 13, presso l’angolo dedicato all’enogastronomia del Super Store Sisa di Aversa in via Filippo Saporito, 55.
CANNGRUPPO
Durante l’aperitivo, il pubblico avrà modo di degustare il panettone artigianale del maestro pasticciere Alfonso Pepe di Sant’Egidio del Monte Albino, un orgoglio del Sud, che è riuscito a strappare al Nord il primato del dolce natalizio più buono d’Italia.

panettone al corbarino

panettone al corbarino


L’importante appuntamento è organizzato in collaborazione con il Consorzio di Tutela della Melannurca Campana IGP.
Dopo il successo riscosso con gli appuntamenti dell’8 e 22 novembre scorso, continua la sensibilizzazione del gruppo Nugnes e del suo patron Giuseppe, per promuovere le eccellenze di Terra di Lavoro in primis e dell’intera Campania in secundis. E se “Eccellenze e Cultura” sta riscuotendo un grande successo, è anche grazie all’impegno di un uomo innamorato del suo territorio. Stiamo parlando dello chef Nino Cannavale,
Nino Cannavale tra due amici

Nino Cannavale tra due amici


presidente dell’Associazione Cuochi Normanni impegnato da una vita a rilanciare e a promuovere i prodotti tipici e di alta qualità di una zona che ha ancora tanto da offrire all’enogastronomia di qualità.