Amici di Villa Calvanese per l’ultimo AperiSpettacolo 2016

xty9kk“Scenari pagani” arriva all’ultima serata e saluta con uno spettacolo che lancia una riflessione sull’Italia che non c’è, sull’Italia che se è risorta, oggi è rimorta. Lo fa con “Risogimento Pop”della compagnia Frosini/Timpano, in programma venerdì 1 aprile alle ore 21.00 presso il Teatro del Centro Sociale di Pagani (SA), location abituale per la rassegna guidata dal direttore artistico Nicolantonio Napoli ed organizzata da Casa Babylon Teatro.

“Risorgimento pop” è uno sberleffo grazie al quale il presente può sembrarci più chiaro, un gioco molto serio agìto in leggerezza e profondità per leggere la Storia e scrivere in modo nuovo la scena. È uno spettacolo sul Risorgimento, sui quattro padri della patria, Mazzini, Garibaldi, Cavour, Vittorio Emanuele, e sul suo antipapà, Pio IX. Due attori, risorti e rimorti, immortali cadaveri, soli in scena, in mancanza di Italia che non risorge. Che non c’è. Ricordano, raccontano ed si interrogano, per un risorgimento pop. Il tormentone sulla morte sempre diversa di Anita fa da perno intorno a cui galoppano vizi antichi e moderni, illumina con soave ferocia episodi gloriosi e gloriose meschinità mentre i due artefici, Daniele Timpano e Valerio Malorni, tessono il quadro di una nazione che non sa assumere un’identità perché non riesce a guardare al suo passato.

ukcykb

Irriverente e goliardico ma di immediata e godibile presa spettacolare, “Risorgimento Pop” ha la cifra stralunata che è marchio di fabbrica di Daniele Timpano; è un cortocircuito di sensi, una scarica di cinismo in forma di cartoon, un cabaret quasi metafisico, una pazzia contagiosa che ha qualcosa di Thomas Bernhard.

IMG_9570

Non può mancare l’apprezzatissimo prologo enogastronomico con l’ AperiSpettacolo “Tarallucci e Vino”, che guida gli spettatori di “Scenari pagani” in viaggi ragionati tra le eccellenze del gusto campane. Continuano ad accompagnare la rassegna i vini dell’azienda Santacosta di Torrecuso (BN) abbinati ai tarallucci del centenario panificio Malafronte di Gragnano (NA); e l’innovativo “panettiello”, il casatiello lievitato del rinomato panificio Cascone di Lettere(NA). “Ritratti di territorio”, che sotto la guida della giornalista Nunzia Gargano si occupa di far conoscere le eccellenze locali, per questa serata ha scelto l’Associazione Amici di Villa Calvanese, che proporrà un percorso attraverso i sapori tipici dell’Agro.

segreteria e botteghino Casa Babylon telefono/Fax 081 5152931

lunedì – giovedì – venerdì – sabato, ore 16.00/20.00

Annunci

Pagani: a “tarallucci e vino” debutta “il Trifoglio” di Pimonte

staffio“Scenari pagani” rispetta la consolidata tradizione di portare in scena, nel corso della rassegna, una delle più interessanti compagnie di giovani in Italia. Stavolta, lo fa scegliendo le “Fibre Parallele”, che presentano “La beatitudine” giovedì 10 marzo 2016 alle ore 21 presso il Teatro del Centro Sociale di Pagani (SA).
Animata da Licia Lanera e Riccardo Spagnulo, già vincitrice del Premio Scenario e di diversi riconoscimenti in Italia ed oltralpe, la compagnia ha raggiunto una maturità drammaturgica inusuale per una formazione under 35, che tramuta il palcoscenico in spazio sociale, politico, in cui problematizzare, senza filtri, i tempi che stiamo vivendo. A loro va il premio Scenari pagani 2016. La motivazione è spiegata dal direttore artistico Nicolantonio Napoli: “Per il gran lavoro di ricerca e innovazione teatrale svolto negli ultimi anni , abbiamo scelto di assegnare il Premio Scenari pagani alla compagnia Fibre Parallele quale migliore realtà teatrale under 35”
In “La beatitudine” protagonisti portano i nomi degli stessi attori, divisi in due coppie borghesi antitetiche: da una parte Licia (Licia Lanera, vincitrice dell Premio Ubu, quale miglior giovane attrice italiana e del premio Eleonora Duse) e Riccardo (Riccardo Spagnulo), due trentenni con una relazione che non riesce a superare la perdita di un figlio che viene sostituito da un bambolotto di plastica, dall’altra parte un loro coetaneo (Danilo Giuva), costretto sulla sedia a rotelle, schiavo dell’amore di una madre ultrasettantenne (Lucia Zotti). Sono i termini di un’equazione sbagliata, di una realtà fittizia autocostruita, anime alla ricerca di una felicità impossibile, di un momento di effimera beatitudine da raggiungere attraverso il sesso. In mezzo alle due coppie la figura misteriosa del mago Cosma Damiano (Mino Decataldo). Il sarcasmo scoppiettante e corrosivo che aveva contraddistinto le precedenti creazioni del gruppo pugliese si fa qui più maturo e consapevole, stemperandosi in uno spettacolo corale imbevuto di melanconia, specchio di una condizione umana sofferente e disillusa.
La serata sarà come di consueto introdotta dall’AperiSpettacolo “Tarallucci e Vino” organizzato in collaborazione con “Ritratti di Territorio” guidato dalla giornalista Nunzia Gargano. Così come Casa Babylon continua a presidiare, da oltre 20 anni, il suo territorio per la promozione della cultura, così Ritratti di Territorio vuole presidiare le eccellenze enogastronomiche, facendole incontrare al pubblico. Il 10 l’incontro è con lo Chef Aniello Somma del ristorante “Il Trifoglio” di Pimonte dei fratelli Antonio, Lucia e Maria Romano, che propone un viaggio nei sapori tradizionali, ristudiati per l’occasione, con la polpetta pippiata ai tre pomodori, l’espresso di zuppa di fagioli borlotti, cotenna e minestra scura. Continuano ad accompagnare “Scenari pagani” i vini dell’azienda Santacosta di Torrecuso (BN) abbinati ai tarallucci del centenario panificio Malafronte di Gragnano (NA); e l’innovativo “panettiello”, il casatiello lievitato del rinomato panificio Cascone di Lettere (NA).
segreteria e botteghino Casa Babylon telefono/Fax 081 5152931
lunedì – giovedì – venerdì – sabato, ore 16.00/20.00

Mercuzio non vuole morire perché non può finire tutto a tarallucci e vino

Mercuzio e altre utopie realizzate

Il racconto straordinario di 27 anni di teatro della Compagnia della Fortezza attraverso parole, frammenti di spettacoli, video e musiche di scena
con
Armando Punzo – regista e fondatore della compagnia
Aniello Arena – attore della compagnia
Andrea Salvadori – autore ed esecutore al piano delle musiche di scena
Coordina la serata Rossella Menna – drammaturga e curatrice teatrale

“Mercuzio e altre utopie realizzate” è un incontro ravvicinato, uno spettacolo a luci accese, un dialogo serrato tra pensiero e immagine; è il racconto straordinario della storia della Compagnia della Fortezza, una realtà teatrale e artistica unica nel suo genere, riconosciuta a livello internazionale, che sotto la direzione di Armando Punzo ha totalmente rivoluzionato il carcere di Volterra trasformandolo da Istituto di Pena in Istituto di Cultura.
L’appuntamento con il racconto-spettacolo è previsto per la seconda serata della rassegna “Scenari pagani”, organizzata da Casa Babylon Teatro con la direzione artistica di Nicolantonio Napoli, presso il Teatro del Centro Sociale di Pagani (SA) alle ore 21 di sabato 20 febbraio. Questo sarà il culmine della 5 giorni di eventi e cultura del progetto “Mercuzio non vuole morire” di Punzo, portato nel salernitano da Casa Babylon. In mattinata, il racconto-spettacolo sarà introdotto da un altro grande momento simbolico: l’azione teatrale collettiva in Piazza Sant’Alfonso, un dialogo-provocazione con la città, al quale parteciperanno centinaia di persone, aprendo un fronte di riflessione comune su quale sia la sorte della cultura nel territorio.
In serata, con lo spettacolo “Mercuzio ed altre utopie realizzate”, attraverso parole, frammenti di spettacoli, video e musiche di scena, Armando Punzo – in vivace dialogo con uno studioso, un critico, un intellettuale di riferimento – conduce il pubblico in un viaggio speciale, una esplorazione privilegiata nell’immaginario visionario della compagnia, riproponendo video degli spettacoli di maggiore successo, delle prove, di documentari storici, degli incontri, riattraversando le atmosfere, le difficoltà del lavoro quotidiano, le intuizioni, le colonne sonore, i premi vinti.
Ad accompagnare il regista in questo viaggio, Andrea Salvadori, compositore ed esecutore delle musiche di scena, che esegue dal vivo, al pianoforte, partiture dalle colonne sonore degli spettacoli, e uno o più attori, tra cui Aniello Arena, vincitore tra l’altro del nastro d’argento per l’interpretazione da protagonista nel film Reality di Garrone, che interpreta alcuni dei personaggi storici che lo hanno reso celebre.
Il pubblico viene a sua volta coinvolto attivamente nello spettacolo, attraverso momenti di interazione performativa, o con dibatti che si producono spontaneamente. Ciascun evento rappresenta dunque un unicum, e una occasione diversa di fruizione, scoperta e approfondimento
Prima dell’apertura del sipario, consueto appuntamento con l’AperiSpettacolo “Tarallucci e Vino” organizzato in collaborazione con “Ritratti di Territorio” guidato dalla giornalista Nunzia Gargano. Il percorso di scoperta delle eccellenze del panorama enogastronomico campano vedrà protagonisti: la pizzaiola Angela De Vivo di “Pizza pazza per i pazzi della pizza” di Sarno (SA); I vini dell’azienda Santacosta di Torrecuso (BN); i tarallucci del centenario panificio Malafronte di Gragnano (NA); i casatielli del rinomato panificio Cascone di Lettere (NA).
segreteria e botteghino Casa Babylon telefono/Fax 081 5152931
lunedì – giovedì – venerdì – sabato, ore 16.00/20.00
Pagani, 18 febbraio 2016
Ufficio Stampa
Casa Babylon Teatro
Susy Pepe
3284552799
casababylonteatro@gmail.com
susy_pepe@libero.it

Mercuzio non vuole e non deve morire…

Armando Punzo Orizzontale

Casa Babylon ancora una volta esce dallo spazio canonico del teatro e costruisce un evento culturale a tutto tondo, declinato su più fronti in più giornate, portando la cultura, la riflessione, l’incontro, la provocazione su e per mezzo di essa negli spazi disposti ad accoglierla e ad interrogarsi con essa: l’università, la bottega di formazione, la libreria fucina intellettuale, il teatro, la strada e la piazza.

Lo fa col progetto “Mercuzio non vuole morire”, una 5 giorni di eventi, incontri e teatro in programma da martedì 16 a sabato 20 febbraio 2016 con protagonisti Armando Punzo e la Compagnia della Fortezza, che avrà il suo culmine nell’ultima giornata con un’Azione Teatrale Collettiva tra la Piazza e la Cupola del teatro Sant’Alfonso in mattinata, e in serata con il racconto-spettacoloMercuzio e altre utopie realizzate”, nell’ambito della rassegna “Scenari pagani” presso il Teatro del Centro Sociale di Pagani (SA).

Dal 16 al 20 febbraio il progetto “Mercuzio non vuole morire”, ideato da Armando Punzo per la sua decima stazione, sbarca a Pagani, dove Casa Babylon Teatro ha messo in calendario numerosi appuntamenti aperti alla città.

Per sviluppare al meglio la 5 giorni culturale, l’associazione guidata da Nicolantonio Napoli ha coeso attorno a sé una fitta rete di partner, dando vita ad una serie di prestigiose partnership con: Colettivo Acca, Diffusione Teatro, Teatri Sospesi, Artenauta Teatro, Teatrazione, Duo Danza, Medianews24, Università degli Studi di Salerno, Unisart.

Partner istituzionali: Regione Campania, Provincia di Salerno, Comune di Pagani.

Mercuzio è il poeta, l’artista, il sognatore, il personaggio che il padre-autore Shakespeare sacrifica quasi subito nella tragedia di Romeo e Giulietta. E se Mercuzio non volesse morire? E se la vera tragedia fosse la morte del giovane sognatore, che muore parlando della vana fantasia di una mente vagabonda a Romeo, che lo aveva invitato invece a tacere? Nella morte di Mercuzio c’è la morte di un mondo, di una parte fondante e fondamentale senza la quale l’uomo scivola inevitabilmente verso la tragedia.

Da questa riflessione Armando Punzo ha dato il via al suo progetto “Mercuzio non vuole

morire”: per cambiare il destino di questo personaggio, di immaginare per il poeta e per noi un finale diverso.

Partito dalla Fortezza Medicea e dalle piazze di Volterra, Pomarance e Montecatini V.C., lo straordinario viaggio di Mercuzio, il poeta sognatore, ha attraversato tutta l’Italia, grandi teatri, e piazze immense ma anche parchi, scuole, auditorium, coinvolgendo migliaia e migliaia di persone tra adulti, bambini, giovani, anziani – inaugurando e diffondendo una particolare forma di interazione attiva e continuativa tra artisti e città diventata imprescindibile nel mondo della cultura.

L’onda d’urto di questo articolato progetto ideato e diretto da Armando Punzo non si è mai arrestata, tanto che il testimone di questo sogno di rivincita dell’arte e della bellezza continua ad essere raccolto con entusiasmo dai più coraggiosi e vivi focolai della cultura nazionale.

In virtù di questo percorso dall’alto valore artistico, Casa Babylon ha deciso di presentare il progetto nel salernitano e di assegnare ad Armando Punzo il “Premio Scenari pagani” 2016.

Il progetto prevede:

un laboratorio teatrale intensivo presso gli spazi di Casa Babylon al Teatro del Centro sociale di Pagani condotto dal regista (16/17/18/19 FEBBRAIO),

una Lectio Magistralis tenuta da Punzo all’Università degli Studi di Salerno – Campus di Fisciano (18 FEBBRAIO – ORE 11.00), in collaborazione con la Cattedra di Questioni di Storia dello Spettacolo – Sociologia degli audiovisivi sperimentali, introdotta dalla prof.ssa Isabella Innamorati e dal prof. Alfonso Amendola, che si inserisce in quella prestigiosissima agenda di lectio che ha già visto Punzo prendere posto in cattedra alla Normale di Pisa e all’Alma Mater di Bologna.

la presentazione alla Feltrinelli di Salerno dei libri di Armando Punzo, E’ ai vinti che va il suo amore, e di Aniello Arena con Maria Cristina Olati, L’aria è ottima quando riesce a passare, (19 FEBBRAIO – ORE 18.30) con la partecipazione, insieme agli autori, delle prof.sse Antonia Lezza e Annamaria Sapienza, docenti dell’Università di Salerno.

Al centro della 5 giorni culturale due eventi. Nella giornata del 20 febbraio la città di Pagani parteciperà al mattino, ore 11.00, all’Azione Teatrale Collettiva in cui il pubblico sarà chiamato a interagire attivamente con Punzo, Aniello Arena e la musica dal vivo di Andrea Salvadori in una Azione di piazza fortemente simbolica legata a A Mercuzio e alla sua rivolta poetica Una grande sfida culturale. Un’utopia a cui, malgrado tutto, si vuole credere

Una grande scena teatrale per coinvolgere tutti coloro che non si arrendono, vogliono prendere in mano la propria vita e provare a cambiarla.

al pubblico è richiesto di portare una valigia o un trolley, un guanto rosso e un libro al quale si è particolarmente legati, . Un provocatorio dialogo aperto con la città, l’apertura di un fronte di riflessione comune su quale sia la sorte della cultura nel territorio, che ha avuto una fitta rete di adesioni e di partecipanti tra i quali: Liceo Scientifico di Pagani, Superabile&Centroamico, Ipseoa di Pagani, il presidio di Libera cittadino, Ritratti di Territorio, I Teatrini, Per una Pagani Migliore, l’associazione Autismo Fuori dal Silenzio, Associazione Floriano Pepe, Associazione Albero della Vita, Associazione Koru, Associazione Terra Narrante APS, Associazione Associazione Agro Arte, la Croce Rossa Agro, Confocommercio Pagani, Protezione Civile Papa Charlie, Legambiente Pagani, Associazione Culturale Non Solo Musica, Forum dei Giovani, Associazione Amici di Villa Calvanese.

Finale di questa 5 giorni la sera del 20 febbraio alle 21.00 con il racconto-spettacolo “Mercuzio e altre utopie realizzate” in cui insieme ad Armando Punzo e Aniello Arena, attore-simbolo della Compagnia della Fortezza, con le musiche di scena eseguite dal vivo da Andrea Salvadori e il coordinamento di Rossella Menna, si ripercorreranno i ventisette anni di storia della compagnia attraverso parole, frammenti spettacolari, video e musiche di scena. Questo ultimo appuntamento rientra nell’ambito della diciannovesima edizione della rassegna “Scenari pagani”.

PROGRAMMA COMPLETO, DATE E LUOGHI

16/17/18/19 FEBBRAIO 2016
AUDITORIUM TEATRO CENTRO SOCIALE PAGANI – SA
PRATICHE DI UTOPIA | Laboratorio condotto da Armando Punzo con la partecipazione di Aniello Arena e Andrea Salvadori

18 FEBBRAIO 2016 – ORE 11.00UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SALERNO, CAMPUS DI FISCIANO, AULA 10 – FACOLTÀ DI LINGUE, Via Giovanni Paolo II, 138
LECTIO MAGISTRALIS di Armando Punzo, regista della Compagnia della Fortezza
introducono la Prof.ssa Isabella Innamorati, presidente del Corso di Laurea Magistrale in Scienze dello Spettacolo e della Produzione Multimediale, docente di “Questioni di Storia dello Spettacolo”, e il Prof. Alfonso Amendola, docente di “Sociologia degli audiovisivi sperimentali”, dell’Università degli Studi di Salerno

 

19 FEBBRAIO 2016 – ORE 18.30 
LIBRERIA FELTRINELLI SALERNO, Corso Vittorio Emanuele, 230 
PRESENTAZIONE LIBRI 
È AI VINTI CHE VA IL SUO AMORE di Armando Punzo / Ed. Clichy 
L’ARIA È OTTIMA (QUANDO RIESCE A PASSARE) IO, ATTORE, FINE-PENA di Aniello Arena con Maria Cristina Olati / Ed. Rizzoli 
intervengono Armando Punzo e Aniello Arena| partecipano la Prof.ssa Antonia Lezza, docente di letteratura teatrale e la Prof.ssa Annamaria Sapienza, docente di teorie e modelli del teatro contemporaneo, dell’Università degli Studi di Salerno |coordina Rossella Menna

20 FEBBRAIO 2016 – ORE 11.00 (raduno ore 10.15)
PIAZZA E CUPOLA TEATRO S.ALFONSO M. DE’ LIGUORI PAGANI – SA
AZIONE TEATRALE COLLETTIVA 
condotta da Armando Punzo | con la partecipazione di Aniello Arena |musiche dal vivo e sound design Andrea Salvadori 
EVENTO APERTO A TUTTI. Gli spettatori sono invitati a portare una valigia (anche un trolley o uno zaino di qualunque misura), un guanto rosso e un libro al quale si è particolarmente legati.

20 FEBBRAIO 2016 – ORE 21.00 AUDITORIUM TEATRO CENTRO SOCIALE PAGANI – SA
MERCUZIO E ALTRE UTOPIE REALIZZATE |Racconto-spettacolo di ventisette anni di storia della Compagnia della Fortezza attraverso parole, frammenti spettacolari, video e musiche di scena 
con Armando Punzo e Aniello Arena | musiche dal vivo e sound design Andrea Salvadori | coordina la serata Rossella Menna, dramaturg e curatrice teatrale

segreteria e botteghino Casa Babylon telefono/Fax 081 5152931

lunedì – giovedì – venerdì – sabato, ore 16.00/20.00

Info

http://www.casababylon.it/

http://www.compagniadellafortezza.org/new/carte-blanche/armando-punzo/

http://www.compagniadellafortezza.org/new/storia/cera-una-volta/

 

 

Domani con “Scenari pagani” ritornano “tarallucci e vino”

Scenari pagani - Nicolantonio Napoli e Nunzia Gargano

Scenari pagani” inaugura la diciannovesima edizione con un’attrice di razza: Nunzia Schiano in “Fémmene”, domani 5 febbraio 2016 alle ore 21,00 presso il Teatro del Centro Sociale di Pagani (SA).

Balzata alla notorietà del grande pubblico per aver interpretato la mamma di Alessandro Siani in Benvenuti al Sud, la Schiano è attrice di razza dal lungo percorso, che sorprende, conquista con la sua magistrale interpretazione dai mille volti di donne, figlie di un Sud ancora dimenticato, che vanno incontro alla vita con le attese e i desideri di tutte le donne del mondo.

A completare la prima “in rosa” ci pensa l’AperiSpettacoloTarallucci e Vino” orchestrato da “Ritratti di Territorio” della giornalista Nunzia Gargano.

Al pubblico sarà proposto un percorso gastronomico ideato dal rinomato ristorante Nonna Giulia di Lettere (NA), guidato da Alfonsina Longobardi.

Nunzia_Schiano_orizzontale

Fémmene”, lo spettacolo scelto per la prima della rassegna organizzata da Casa Babylon Teatro sotto la direzione artistica di Nicolantonio Napoli, ci introduce in una galleria umana di ritratti femminili, di voci di donne. In questa galleria ognuna di esse rappresenta una tessera di quel mosaico complesso ed affascinante che è l’animo umano muliebre. Donne rappresentate nella loro forza e nella loro fragilità insieme. Tableau vivant dove troveranno spazio una mater dolorosa che darà vita ad una nuova Pietà, una ragazza che vive, aldilà della sua condizione femminile, la sensazione di guardare il mondo reale attraverso il finestrino di una metropolitana che, nonostante la fermata, non le consentirà mai di “scendere” nel mondo reale che forse, tanto reale non è.

Nunzia Schiano Verticale

Fémmene” è emozionante e coinvolgente, capace di passare da un sentimento all’altro in un attimo, dall’esilarante leggerezza all’emozionante profondità. Uno spettacolo allegro, divertente, a tratti intriso di una realtà amara e che si chiude con un velo di tristezza forse proprio per lasciare un segno di verità e di riflessione.

Nell’attesa che si apra il sipario, il pubblico sarà al centro dell’AperiSpettacolo con il ristorante Nonna Giulia, che sta rilanciando la cucina tradizionale dei Monti Lattari, ricca di prodotti e sapori che solo qui possono essere trovati, grazie ad un moderato ma sapiente mix con elementi moderni. Per “Tarallucci e vino” vanno inoltre di scena i tarallucci del centenario Panificio Malafronte di Gragnano (NA) ed il vino della casa vinicola “Santacosta” di Torrecuso (BN), partner per l’intera stagione di Scenari pagani, un’azienda molto attenta alle tipicità territoriali, che si è guadagnata l’attenzione nel panorama vincolo nazionale ottenendo una produzione di vini autoctoni di grande qualità.

Scenari pagani - Nicolantonio Napoli e Nunzia Gargano 2

Da Lettere (NA) arriva un altro partner che accompagnerà tutta la rassegna: il Panificio Cascone, che per la prima serata proporrà il casatiello tradizionale, che sarà seguito nel corso degli spettacoli dai suo rinomati prodotti da forno.

segreteria e botteghino Casa Babylon telefono/Fax 081 5152931

lunedì – giovedì – venerdì – sabato, ore 16.00/20.00

Premio Ritratti di Territorio 2015 alla Carriera a Nunzia Schiano

IMG_3887

“Magnifica interprete di ruoli per il teatro, il cinema e la televisione.
Nunzia Schiano illumina le scene con un talento recitativo fuori dal comune, coniugando con maestria il dramma con la commedia e onorando con la sua Arte il territorio campano”.

L’esibizione del “Bagatto” a “Tarallucci e vino”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Eleganza e fantasia: in queste due parole si racchiude il successo riscosso da “Tarallucci e vino” di mercoledì 18 febbraio scorso per il secondo appuntamento della manifestazione “Scenari pagani”, giunta alla diciottesima edizione. La sinergia tra il direttore artistico di Casa Babylon Teatro, Nicolantonio Napoli, e il nostro blog diventa sempre più solida. Di appuntamento in appuntamento.

Protagonisti dell’AperiSpettacolo, che ha intrattenuto il pubblico nell’attesa dell’avvio del concerto del cantautore e musicista napoletano Nino Buonocore, il ristorante “Il Bagatto” di Pagani. Come al solito, Silvio Iaquinandi non sbaglia una scelta. Infatti, i vari finger food pensati per l’occasione accompagnati dai vini dell’azienda Mustilli di Sant’Agata dei Goti sono stati apprezzati a furor di popolo. In questo modo, l’attesa per la serata si è rivelata davvero interessante. Al di là di tutto, chi ha partecipato e ha apprezzato le delizie del “Bagatto” ha avuto anche l’opportunità di rendersi conto delle tante qualità presenti sul territorio locale.

L’obiettivo infatti di “Tarallucci e vino” è anche questo: comunicare a quante più persone possibili la variegata ricchezza e competenza che si nasconde nei prodotti, nei produttori e nei patron a km 0.

(foto di Barbara Ruggiero)