Dalle donne omaggio a Giovanna Farina e Philly D’Uva

12776876_1318253971524721_88034715_o

Sono sempre stata restia a uscire l’8 marzo. Non perché io sia radical chic. Più che altro non sopporto tanto la confusione dei giorni in cui bisogna divertirsi assolutamente. Senza freni inibitori. Inoltre considero la donna un essere così meraviglioso che non può relegare il suo tempo libero a una giornata folle ed esagerata all’anno. Quest’anno però è accaduto qualcosa di diverso.

12825282_1318253994858052_593401984_n

Da sx: Giovanna Farina e Philly D’Uva

Due mie amiche, due chef, hanno deciso di organizzare una serata in onore delle donne coccolandole come se fosse nel calore delle mura domestiche. Giovanna Farina e Philly D’Uva mi hanno “incastrato”, invitandomi garbatamente, ripetutamente e affettuosamente a “Per le donne… dalle donne”. Hanno avuto campo facile perché mi hanno preso per la gola. E sanno bene che adoro resistere a tutto, ma non alle tentazioni. Senza farmi troppo pregare, convinta che gli inviti vadano sempre accettati perché sono un’attestazione di stima nei confronti di chi li riceve, sono stata da Giovanna e Philly.

12343414_1318254094858042_19168376_o

Nel suggestivo ‘O Ca Bistrò, in Giovanni XXIII a Nocera Inferiore, gli appassionati degustatori sono stati testimoni privilegiati di una cena a quattro mani nata durante una chiacchierata al liceo scientifico “B. Mangino” di Pagani. Così Philly, chef a domicilio, e Giovanna, che con il marito Antonio Pepe coltiva amorevolmente questo luogo del cuore nella zona San Matteo nella città capofila dell’Agro, in meno di ventiquattro ore hanno redatto un menu delizioso.

12722696_1318254108191374_1387952945_o

Un 8 marzo in famiglia. Così può essere ribattezzata l’idea di queste due vulcaniche donne che non si fanno mancare niente. Madri, mogli, amiche e artiste, ieri, hanno ricevuto l’affetto di tutti coloro che le apprezzano e le seguono da anni attraverso i loro piatti.

Dall’entrée, la tigella con crema di lardo di maialino,

12822833_1318254028191382_1379134375_o

‘O Ca Bistro, Tigella con crema di lardo di maialino

è stata un’escalation di sapori e di buon gusto che hanno accompagnato ogni singola pietanza.

Se l’atmosfera è stata così gradevole, il merito è anche di Lucia Primavera

12804347_1318254181524700_1375235087_n

Antonio Pepe e Lucia Primavera

e Anna Crupano che coccolano i clienti in sala preoccupandosi continuamente della loro soddisfazione.

Affascinante l’antipasto: crema di parmigiano con funghi porcini e petali di pane.

12837709_1318254038191381_1113256588_o

‘O Ca Bistrò, Crema di parmigiano con funghi porcini e petali di pane

Incantevoli i ravioli di carciofi su vellutata di topinambur.

12822842_1318254048191380_1492285292_o

O’ Ca Bistrò, Ravioli di carciofi su vellutata di topinambur

Ha conquistato occhi e palato anche il medaglione di pancia di maiale agli aromi con caviale di melanzana e ricciolo di purea di scalogno caramellato.

12837762_1318254078191377_601307711_o

‘O Ca Bistrò, Medaglione di pancia di maiale agli aromi con caviale di melanzana e ricciolo di purea di scalogna caramellato

Degna conclusione il tris di dolci, artigianali nel vero senso della parola: zeppolina di San Giuseppe alla crema gialla, cheese-cake alla marmellata di mandarino cinese, fragola su mousse di cioccolato fondente.

12842446_1318254148191370_330603399_o

‘O Ca Bistrò, il tris di dolci

Grazie a Giovanna Farina e Philly D’Uva è stato sdoganato un altro stereotipo. Un 8 marzo sereno, gradevole e familiare è possibile.

Foto Nicola Attianese

Annunci

Per le donne… dalle donne: all’O Ca Bistrò cena a quattro mani con Giovanna Farina e Philly D’Uva

12814763_1213589768681646_2784072281882172823_n

Da sx: Philly D’Uva e Giovanna Farina

8 marzo sì? 8 marzo no? Sicuramente, la giornata internazionale della donna non può lasciare indifferenti. Bisogna continuare a sensibilizzare il più possibile perché le donne in diversi ambiti continuano ancora a essere discriminate. Festeggiare questa giornata? Sì, se diventa un momento di socialità che aiuta a riscoprire il gusto di stare insieme tra amiche, in coppia, in famiglia. D’altronde, si corre sempre e, un giorno in più per coccolarsi, non fa male.

E così Giovanna Farina e Philly D’Uva hanno usato la propria sapienza gastronomica per prendere tutti per la gola. Questa coppia nata per l’occasione è la testimonial ideale per l’8 marzo. Pensate che la prima, è madre di tre figli (2 maschi e 1 femmina); Philly è il capo di una tribù di 4 “femminucce”, con cui quotidianamente si confronta anche il marito Nicola Attianese.

8marzo

Per le donne… dalle donne, questo il titolo dell’evento che si svolgerà da ‘O Ca Bistrò, il grazioso locale che Giovanna ha ideato con il marito Antonio Pepe. Una cena a quattro mani con Philly, una lunga esperienza di cuoca a domicilio e tanta tanta intraprendenza. La sua cassata siciliana ha incantato persino il palato del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella durante la sua visita negli Stati Uniti d’America.

Appuntamento dalle 20.30 in via Giovanni XXIII a Nocera Inferiore, nel quartiere San Matteo, per intenderci.