Gragnano: la ricetta dei taralli con le mandorle del Panificio Malafronte

12746229_10208571941997710_668241862_n

Per la seconda edizione di “tarallucci e vino”, l’AperiSpettacolo della diciannovesima edizione di “Scenari pagani”, la rassegna di cui è direttore artistico Nicolantonio Napoli, il cammino si è arricchito di nuovi amici. Oltre alla vino dell’azienda vinicola Santacosta di Torrecuso (Bn), si sono aggiunti i tarlassi dello storico Panificio Malafronte di Gragnano.

Di seguito, la golosissima ricetta.

12722091_10208571941917708_1721550342_n

Taralli con le mandorle

Ingredienti

1 kg di farina

450 g di sgu

10 g di pepe


30 g di sale


350 g di acqua

20 g di lievito

350 g di mandorle


12767752_10208571942117713_330020442_n

Sciogliete il lievito con un dito d’acqua tiepida e aggiungete 100 g di farina, impastate, formate un piccolo panetto, incidetelo a croce sulla superficie e mettetelo a lievitare in una ciotola.

Quando avrà raddoppiato il volume, aggiungete il sale, il pepe, la sugna (così com’è, senza scioglierla), il resto della farina e tanta acqua tiepida, quanto basta per ottenere un bel panetto da lavorare su un piano di lavoro.

Lavoratelo almeno per 10 minuti e poi staccate tanti pezzetti per formare dei bastoncini grossi come una matita e lunghi circa 15 cm.

Unite i bastoncini, attorcigliateli su se stessi e uniteli a ciambella. Decorateli con le mandorle e metteteli a lievitare, quando avranno raddoppiato il volume infornateli a 180° fino a cottura completata, cioè quando saranno belli dorati.

Pasta Cuomo: da Gragnano a Instabul per il wedding

Il pastificio sarà presente alla prossima fiera del wedding di Istanbul, il più grande evento del Medio Oriente, in programma dal 29 al 31 gennaio in una nazione da sempre appassionata dell’Italia e del made in Italy.

formati pasta cuomo

“E’ motivo d’orgoglio per noi di Pasta Cuomo – dichiarano Amelia ed Alfonso Cuomo, giovani imprenditori che stanno continuando nell’azione dell’impresa di famiglia – esportare il nostro marchio e la qualità dei nostri prodotti in un mercato così importante come quello orientale. Istanbul rappresenta la porta attraverso cui l’Europa dialoga con l’Oriente: riuscire ad esportare la nostra azione anche in quell’area, grazie alla collaborazione di un network come quello di Sposa Mediterranea, è sicuramente un passo importante e necessario per l’affermazione del nostro marchio, ma anche e soprattutto del made in Italy”.

Amelia Cuomo foto
Pasta Cuomo ha all’attivo una campagna di marketing e di promozione del prodotto che l’ha portata ad essere presente a Milano all’interno di Priceless Milan, il ristorante sui tetti di Piazza della Scala voluto e creato dallo chef Antonello Colonna. Poi una serie di iniziative anche in Cina, Spagna e altri paesi dove verrà diffuso a breve il marchio Pasta Cuomo: artigiani pastai dal 1841.

#coppolapiacentestile: sei mani per Gragnano

IMG_7136

È vero. Lo confesso. Ho un debole per Giulio Coppola. Più volte ho detto e ho scritto che è uno dei migliori. Me ne assumo tutte le responsabilità. Non a caso l’ho premiato. Alla seconda edizione di “Ritratti di Territorio” nella categoria chef emergente con altri miei due grandi amici: Lorenzo Montoro (Osteria Al Paese, Nocera Inferiore) e Gioacchino (Francesco) Vorraro (Braceria Bifulco, Ottaviano).

IMG_7142

Ogni volta che entri in “Galleria” rimani a bocca aperta. È sempre in grado di stupirti. Gli dai fiducia e lui ti conduce su nuovi sentieri di gusto ai quali non avresti mai immaginato di avvicinarti.

IMG_7128

Una nuova emozione l’ho vissuta l’altra sera. A #roadtripgragnano, una cena a sei mani che si è trasformata in un omaggio al regno della pasta di cui Giulio è orgoglioso di essere paesano.

IMG_7127

Con lui altri due chef virtuosi del posto: Vincenzo Piacente e Domenico Stile. Insieme a Karen Philips hanno tracciato questo percorso per la valorizzazione di un luogo e delle sue tradizioni di gusto con uno sguardo anche verso la penisola sorrentina.

Non è stata casuale neanche la data scelta. Martedì 19 gennaio è stata la vigilia di San Sebastiano, patrono di Gragnano. Come tradizione, ogni anno, in piazza Aubry in onore del Santo si accende un falò proprio a due passi dalla “Galleria”.

Sarà stata l’atmosfera particolare. Sarà stata la devozione. Sarà stata la passione…

#roadtripgragnano si è rivelata un’esperienza unica. È vero da Giulio sono di casa, ma non potrò dimenticare la cortesia di Karen invitatami personalmente.

IMG_7141

E sono stata ancora più lusingata quando mi sono resa conto che per una sorta di corrispondenza d’amorosi sensi sono stati lieti di avere anche le mie amiche compagne di avventura: Mariana Silvana Dedu, le cui foto sono sempre più belle di evento in evento; Maria Pepe (www.unarmadiotuttoper.wordpress.com), la giornalista che si occupa per questo blog della rubrica “Ricette e Bozzetti”; la foodblogger Lucia Iannicelli (www.igustosidilucia.wordpress.com). Asso nella manica: la mia amica Alfonsina Longobardi, patron di “Nonna Giulia”, come commensale.

IMG_7139

Con queste premesse, il risultato era già certo.

Infatti, a partire dal benvenuto battezzato “Omaggio a Gragnano” (farfalle al salmone, spaghetti alle vongole, cannelloni alla sorrentina, pasta e patate con provola, candele alla genovese)

IMG_7130

il messaggio dei tre chef è stato forte e deciso, direi quasi una presa di posizione netta: sollecitare iniziative per una valorizzazione seria e appassionata del paese che ha dato loro i natali.

Non potevano mancare i pani caldi

IMG_7133

appena sfornati per accompagnare le pietanze.

IMG_7134

Indovinato anche l’antipasto, i cui ingredienti (carciofo, burrata, alici) si sono fusi armonicamente per un sapore unico.

IMG_7135

Indimenticabile per la vista e per il palato la pasta e patate con totani.

IMG_7124

Così tenera che si taglia con un grissino la guancia di maiale dei Monti Lattari con fondente e rafano soffice di patate al macis.

IMG_7122

Originale e comunque da ripetere il pre dessert alla pasta e fagioli che non avrei mai immaginato di riuscire a mangiare.

IMG_7125

Entusiasmante il dessert con cachi, yogurt acido e crumble salato,

IMG_7137

degna conclusione di una cena dove l’alta qualità degli ingredienti e la maestria degli chef l’hanno fatta da padrone.  Come se non bastasse, non è mancata la sfilata di piccola pasticceria.

IMG_7140

Non si può evitare di citare il vino che ha accompagnato le portate dal primo in poi: il Gragnano Doc dell’Azienda Scala di Gragnano, rappresentata per la serata dal rampollo Francesco.

gragnan

A fine cena, il tris di chef ha salutato i golosi promettendo nuovi appuntamenti gustosi.

Foto di Mariana Silvana Dedu

Gragnano, 19 gennaio: Coppola, Stile e Piacente in “Galleria”

roadtriplocandina3

#roadtripgragnano: questo il titolo della cena a sei mani che si terrà martedì 19 gennaio, alle 19.30, presso il ristorante “La Galleria” in piazza Aubry a Gragnano.

Giulio Coppola (chef residente), Domenico Stile (per due anni secondo chef di Nino Di Costanzo presso il ristorante “Il Mosaico” a Ischia), Vincenzo Piacente (executive chef all’hotel “Parco dei Principi” di Sorrento) hanno reso questo atto d’amore al proprio paese.

Amicizia, cultura e cucina: gli ingredienti vincenti della serata dedicata alla patria della pasta.

Infatti, per chi fosse interessato, prima della degustazione, si potrà assistere al falò in onore di San Sebastiano, protettore dei vigili urbani, la cui festa ricorre il 20 gennaio.

All things Gragnano, il nome del menu, così articolato:

Entrée di benvenuto

Omaggio a Gragnano (farfalla al salmone, spaghetti alle vongole, cannelloni alla sorrentina, pasta e patate con provola e candele alla genovese )

Antipasto: carciofo, burrata e alici

Primo piatto: pasta e patate con totani

Secondo: maiale dei Monti Lattari fondente, rafano, soffice di patate al macis

Predessert: pasta e fagioli

Dessert: cachi, yogurt acido e crumble salato

Per info e prenotazioni

La Galleria Ristorante

Piazza Aubry 8, Gragnano (Na)

Tel. 081 8733029

Gragnano, 9 gennaio menu dedicato al pesce da “Cucina 82”

crudoebollicine

Crudo & Bollicine. Questo il percorso enogastronomico d’eccellenza che sarà possibile degustare da “Cucina 82”. Sabato 9 gennaio, dalle 20.30, lo chef patron Vincenzo Vaccaro aprirà le porte del suo ristorante, ubicato presso la Galleria Garofalo in Gragnano, a chi vorrà assaggiare il tris di piatti attentamente studiato.

A ogni pietanza sarà abbinato un vino dell’azienda Bortolotti Valdobbiadene.

Il menu è stato ben studiato: tartare di ricciola, centrifuga di erbe amare e ortaggi all’aceto innaffiato da Chardonnay brut 2008; riso cornacchia mantecato alla scarola e provola con crudo di gamberi rossi abbinato al Lagrein rosato; ostriche speciali, cavolfiore e aria di zenzero e limone accompagnate da Valdobbiadene brut docg “Montagnole”.

Durante la serata, sarà possibile anche scegliere il menu alla carta da combinare, eventualmente, anche con una sola delle pietanze previste.

Per info e prenotazione

Costo degustazione completa: 25 € (vini inclusi)

Costo degustazione singola pietanza: 9 € (vino incluso)

Cucina 82 Piazza G. Marconi, 9 (ex Piazza S. Leone)

presso Galleria Garofalo – Gragnano (Na)

Tel. 0818013242 – Mob. 3314711728

Gragnano: Vuolo-Vaccaro cena a quattro mani a “Cucina 82”

11dic

Percorso enogastronomico d’eccellenza. A organizzarlo lo chef Vincenzo Vaccaro di “Cucina 82” a Gragnano. Venerdì 11 dicembre, alle 20.30, si terrà una cena a quattro mani durante la quale lo chef residente accoglierà Eduardo Vuolo, executive chef dell’Hotel Relais e Chateaux “Caesar Augustus” di Capri.

Un menu curato nei minimi particolari per un viaggio gustoso innaffiato dalle Cantine Apicella di Tramonti.

Dopo lo stuzzichino di benvenuto, gli ospiti degusteranno baccalà croccante, soffice di patate friarielli piccanti e schiuma di olive nere; “Mescafrancesca” con pomodori gialli invernali, gamberi rossi e limone; mezzi paccheri di Gragnano con pesce bandiera affumicato, cipolla dorata appassita e parmigiano stravecchio; ricciola del mediterraneo cotta lentamente, variazione di bietoline e limone salato; “Anacaprese espressa”; piccola pasticceria.

Costo degustazione: 35,00 € (vini inclusi)

Per info e prenotazioni

Cucina 82, Piazza G. Marconi 9 (Piazza San Leone) Galleria Garofalo – Gragnano (Na)

Tel. 0818013242 – 3314711728

19 febbraio Lasagna & Gragnano alla Pignata di Bracigliano

Da sx: Mafalda Amabile, Gerardo Figliolia e Giulia Calabrese

Da sx: Mafalda Amabile, Gerardo Figliolia e Giulia Calabrese

La Guida Mangia&Bevi 2015 del Mattino sarà presentata giovedì 19 febbraio contemporaneamente in sei diversi locali campani.
Anche l’Agro Nocerino-Sarnese è degnamente rappresentato. Il locale selezionato per l’importante iniziativa è l’osteria “La Pignata” di Bracigliano. Mafalda Amabile e Gerardo Figliolia, rispettivamente moglie e marito, hanno allestito un menu tradizionale e gustoso: antipasto misto di salumi di produzione propria e ricottina di bufala, lasagna tradizionale, mallone e patate con pane fritto, migliaccio napoletano.
L’appuntamento da non perdere è per le 21.
Costo degustazione: 20 € (guida inclusa)
Per info
La Pignata – via F. D’Amato, 74 – Bracigliano
Tel. 081969580 – 3487643791