I liquori Petrone “indossano” Alviero Martini

ztrexl

Cinque liquori dell’Antica Distilleria Petrone “vestiti” con cinque differenti colori di tessuto “Passport”, la linea creata dal celebre stilista Alviero Martini: ecco il risultato della collaborazione tra l’azienda liquoristica del giovane manager campano Andrea Petrone e uno dei più importanti stilisti nel panorama internazionale, creatore del brand “ALV – Andare Lontano Viaggiando” che nel 2010 si è aggiudicato il premio “The Look of the Year Fashion Awards”.
Gusto e stile si fondono per dare vita a una collezione fashion di liquori caratterizzata dall’originale motivo decorativo che riproduce i timbri sui passaporti raccolti dallo stilista nei suoi tanti viaggi. Cinque varianti di colore, dal bianco al nero, per rivestire limoncello, crema di melone, crema di pistacchio, cappuccino e guappa (primo liquore a base di latte di bufala campana) della Distilleria Petrone. A partire dal 18 aprile la nuova linea sarà disponibile presso i duty free, le migliori enoteche e i negozi specializzati sia sotto forma di singole bottiglie sia nell’elegante kit arricchito da un portapassaporto della collezione Passport.
“Essere riusciti a ottenere attenzione da uno stilista di fama internazionale come Alviero Martini – dichiara Andrea Petrone – è motivo di grande soddisfazione perché premia i tanti sforzi nella ricerca di qualità che da sempre l’azienda della mia famiglia persegue. Sono certo che mio padre sarebbe orgoglioso della dimensione internazionale che sto cercando di dare al marchio Petrone”.
Entusiasta del progetto anche Alviero Martini che afferma: “La passione e la serietà di Andrea abbinate alla qualità indiscussa dei suoi liquori mi hanno subito convinto a dare vita a una collaborazione che io ritengo molto proficua considerando che, mai come in questo periodo, il mondo della moda si sta aprendo ad altri settori tra cui il food and beverage”.
La presentazione della nuova linea in anteprima al Vinitaly di Verona presso il padiglione 3 stand B5 da domenica 10 a mercoledì 13 aprile.

Antica Distilleria Petrone
Via Generale Giardino, 49
Mondragone (CE)
Tel. 0823 978047
http://www.distilleriapetrone.it

Responsabile della comunicazione:
Laura Gambacorta
Cell. 349 2886327
Email: laugam@libero.it

Annunci

Torre Annunziata: Antonio Mauro e Salvatore Kosta presentano “Massè – Pizza e Fritti”

rzezqxÈ partito mercoledì 30 marzo la nuova avventura di Massè trasformato in “Pizza e Fritti”. Il locale di corso Vittorio Emanuele III a Torre Annunziata con vista spettacolare ha presentato al pubblico il nuovo progetto. Merito di Antonio Mauro, il titolare e discendente di una famiglia di pasticcieri specializzata nei dolci della tradizione, a pochi metri più in là, in via Oplonti, e di Salvatore Kosta, ambasciatore di un impasto per la pizza realizzato con farine non raffinate e non ricostituite.

vfvbac

Da sx: Antonio Mauro, Laura Gambacorta, Salvatore Kosta

Una consulenza preziosa la sua che ha dato ad Antonio la spinta giusta per continuare nella strada già intrapresa qualche anno fa, che si sposa con un restyling della struttura che, nella nuova veste, ha guadagnato luce e spazio.

gseksf

Massè, I fritti

E così la degustazione di “Massè – Pizza e Fritti” non poteva che incominciare con mini crocché di patate, fior di zucchina con ricotta e salame, pane in carrozza, tutti preparati con una pastella a base di uovo.

La sfilata gustosa è proseguita con la pizza piennolo e bufala (pomodorini del piennolo del Vesuvio Dop, mozzarella di bufala campana Dop, olio evo Dop colline salernitane, basilico).

n5eqqh

Massè, Piennolo e bufala

Ad accompagnare le prime due portate, La Curmi Blanche di 32 via dei Birrai, birrificio protagonista della serata.

Si passa poi al ripieno tradizionale con scarole (scarola cruda, capperi di Salina, acciughe di Cetara, olio evo Dop colline salernitane)

tx0lxz

Massè, Ripieno tradizionale con scarole

innaffiata dall’Audace, Belgian Strong Ale.

6uakap

Non poteva mancare la pizza dell’Alleanza, riconosciuta pizza dell’anno 2013 da Gambero Rosso (fiordilatte di Agerola, lardo di colonnata Igp, cipolla ramata di Montoro, scaglie di conciato romano presidio Slow Food, olio evo colline salernitane)

xr6ecn

Massè, Pizza dell’Alleanza

la Oppale Saison.

tlcdb7

Massè, Babà

Degno di nota il babà, ottima testimonianza della tradizione pasticciera della famiglia Mauro.

Antonella Rossi chiude il ciclo “Le Signore dei Fornelli” a Villa Palmentiello

rtpkln

Sabato 9 aprile alle ore 13,00 all’agriturismo Villa Palmentiello di Casola di Napoli ultimo appuntamento con la cucina al femminile del ciclo “Le Signore dei Fornelli”. Protagonista di questo sesta tappa sarà la chef Antonella Rossi che proporrà un pranzo incentrato sul pesce azzurro e sui tanti prodotti dell’orto del panoramicissimo agriturismo di proprietà di Ciro Polese. Ad affiancarla ai fornelli Maria Cannavacciuolo, cuoca residente e mamma di Ciro. Dell’azienda ischitana Cantine Antonio Mazzella i vini che accompagneranno i piatti di Antonella Rossi.

L’intero ciclo di appuntamenti vede come partner per la pasta il Pastificio dei Campi della vicina Gragnano e per l’olio extravergine di oliva l’azienda agricola salernitana Madonna dell’Olivo.

Menu
Ananas grigliato, alici, arancio e pepe rosa
Pesce azzurro con cipollotto, fave, piselli e guanciale croccante
Gnocchetti sardi con pomodoro giallo, salsa di alici, stracciata di bufala, capperi e olive
Mezzi paccheri con pesce bandiera, zucchine in fiore e pinoli tostati
Pescato del giorno con caponata in agrodolce
Fragole, meringa, pepe e basilico

In abbinamento:
Cala dei Sassi Rosa Cantine Antonio Mazzella
Biancolella Cantine Antonio Mazzella
Vigna del Lume Ischia Doc Cantine Antonio Mazzella
Limoncello o fragolino di Villa Palmentiello Cantine Antonio Mazzella

Ticket pranzo: 35 euro (vini inclusi)
Ingresso solo su prenotazione

Prenotazioni:
Agriturismo Villa Palmentiello
via Gesini
Casola di Napoli
tel. 081 5392456 – 339 4747447
http://www.villapalmentiello.it

Ufficio stampa
Laura Gambacorta
349 2886327
laugam@libero.it

Paolo Gramaglia e i sapori di Puteoli e Pompei al “Cala Moresca” di Bacoli

oit1md
Mercoledì 6 aprile alle ore 20,30 al Cala Moresca di Bacoli (Na) il secondo appuntamento di “Aspettando Caracol – Le Stelle al Cala Moresca” vedrà l’arrivo per una sera dello chef stellato Paolo Gramaglia del President di Pompei nelle cucine della rinomata struttura flegrea al fianco dei resident chef Angelo Carannante ed Enzo Di Giovanni.
“Caracol” è il nome del ristorante gourmet che in tarda primavera aprirà i battenti all’interno del “Cala Moresca-Anima mediterranea” andando così a completare la già ricca proposta gastronomica dell’elegante complesso turistico-alberghiero.
Il tema scelto per questa seconda cena del ciclo di appuntamenti, organizzato dal Cala Moresca-Anima mediterranea in collaborazione con Laura Gambacorta, sarà “Tra Puteoli e Pompei storia, cultura e arte culinaria”. Ad accompagnare gli ospiti in questo viaggio gastronomico-culturale sarà lo scrittore puteolano Mario Sirpettino in procinto di pubblicare un nuovo libro dal titolo “Tra Puteoli e Pompei”.
In abbinamento ai piatti dei tre chef ci saranno i vini dell’azienda flegrea Cantine Di Criscio.

Menu
“Entrée”
Il farro e l’orzo con bacche di Goji, mirtilli e gamberi

“Il polpo verace all’ombra del Vesuvio”
Polpo cotto lentamente, servito con zuppetta ai tarallucci di Agerola, agretto di pomodorini del piennolo, ricottina di fuscella e polvere di caffè

“Il pacchero”
Paccheri in trafila di bronzo, serviti con vongole veraci, salsa broccoli friarielli, gamberi crudi e limone candito

Dalla Cucina degli Antichi Romani Pompeiani
“Il Vesuvio Fuochi e Fiamme”
Dentice flambé agli agrumi vesuviani

Dessert dei due vulcani

In abbinamento:
Asprinio Spumante brut VSQ Quartum
Falanghina Campi Flegrei Doc 2015 Quartum
Grappa monovitigno Falanghina Campi Flegrei Quartum

Quota di partecipazione: 50 euro

Ingresso solo su prenotazione

Info e prenotazioni:
Cala Moresca
Via Faro, 44
Bacoli (Na)
Tel. 081 5235595
http://www.calamoresca.it

Contatti stampa:
Laura Gambacorta
Mob. 349 2886327
Email: laugam@libero.it

Il 1° aprile al Quartum store “Emozione” in bottaia con lo chef Eduardo Estatico

g8sfij

Venerdì 1° aprile alle ore 20,00 nuovo appuntamento con le gustose cene in bottaia del Quartum store di Quarto (Na). Ritorna per una sera ai fornelli della cantina flegrea Eduardo Estatico, executive chef del JK Place di Capri, già apprezzato protagonista di una cena al Quartum store nel 2012. Il giovane chef napoletano, in procinto di trasferirsi sull’isola di Tiberio per affrontare la lunga stagione estiva, proporrà un menu incentrato sui prodotti di stagione e su alcuni classici del suo “repertorio”.
Nel corso della serata verrà presentato, per la prima volta in forma ufficiale, il vino Emozione 2011, rosso top di gamma delle Cantine Di Criscio, la cui degustazione sarà guidata da Tommaso Luongo, delegato Associazione Italiana Sommelier di Napoli.
Ad accompagnare l’originale dessert “Tommasino Cupiello: vogli’e ‘a zuppe ‘e latt!”, chiaramente ispirato a “Natale in casa Cupiello” di Eduardo De Filippo, sarà l’Elixir Falernum dell’Antica Distilleria Petrone.

Menu
Ricotta fritta, fave e santoreggia
Il mio uovo in purgatorio
Risotto, asprinio d’Aversa, cipollotto, senape di Dijon e asparagi
Agnello irpino in olio-cottura, carciofo, liquirizia Amarelli e menta
Cremoso al cioccolato bianco, fragole e piselli
Tommasino Cupiello: vogli’e ‘a zuppe ‘e latt !

In abbinamento:
Asprinio Spumante brut V.S.Q. Quartum
Falanghina Campi Flegrei Doc 2015 Quartum
Campania Aglianico Tonneaux Emozione 2011 Quartum
Elixir Falernum Antica Distilleria Petrone

Costo serata: 40 euro (vini inclusi)
Posti limitati, si consiglia di prenotare in anticipo

Info e prenotazioni:
Rosa Di Criscio
Mob. 335 5479723
Email: quartumstore@gmail.com

Quartum Store
via Giorgio De Falco 5/A (a pochi metri dalla stazione di Quarto centro)
Quarto (Na)

Ufficio stampa
Laura Gambacorta
349 2886327
laugam@libero.it

“Benvenuto Peppino” La rivoluzione dell’olio parte da una “carta”

BENVENUTO PEPPINO light

Olivicoltrice da sempre, sotto la sguardo vigile dapprima di suo nonno e poi di suo padre, Maria Provenza incarna il meglio dell’imprenditoria campana. L’olio è il suo elisir di lunga vita, oltre che il motore del suo lavoro. Difatti è la sua crema viso oltre che il filo dorato che chiude ogni piatto. Ma guai a pensare che un olio valga un altro, che il singolare basti a raccontare un mondo così complesso.
“Purtroppo siamo abituati ad avere un solo olio a casa e così succede ancora anche nei ristoranti. Da sempre mi batto per fare corretta informazione e raggiungere risultati basilari che viviamo come naturali in altri settori. Se è normale non coprire un pesce delicatissimo con un corposo Aglianico, perchè dovremmo usare un olio extravergine intenso su quello stesso piatto? Il rischio è lo stesso: annullarlo”.

COCKTAIL ALL'OLIO
E’ da queste riflessioni di vecchia data, ma alquanto moderne, che Maria Provenza ha deciso di realizzare un progetto di cui si è sempre parlato tanto – in ambiti collegiali, riunioni istituzionali, convegni – ovvero una “Carta degli oli”.
Ma alla lady dell’olio campano il lavoro e le scommesse non spaventano, tanto che ha deciso di realizzare in totale autonomia tutto il necessario affinchè sia il consumatore finale, al tavolo del suo ristorante preferito, a scegliere e ad informarsi.
Ecco che il prossimo 14 marzo, alle ore 18:30, sarà presentata – ai giornalisti, agli addetti ai lavori ed agli appassionati – la Carta degli oli accompagnata da una preziosa opera ceramica realizzata dal maestro Pasquale Liguori che servirà a portare in tavola i tre oli Torretta destinati alla ristorazione: Teti (l’extravergine), Dafne (il bio) e Diesis (il DOP).
Il suo nome sarà “Peppino”, un nome affettuoso e simbolico che ricorda il fondatore del Frantoio Torretta, Giuseppe Provenza, un’azienda di famiglia giunta alla quarta generazione, che vede oggi impegnati i fratelli Provenza e che già sta raccogliendo la collaborazione dei nipoti.
Ma a rigor di cronaca va sottolineato che gli oli Torretta non rappresentano soltanto i 10 ettari aziendali, ma è oggi un marchio che mette insieme quasi una ventina di conferitori raggiungendo i 100 ettari nella provincia di Salerno.
In testa le cultivar Rotondella e Carpellese a rappresentare un territorio che va dai Monti Picentini ai Monti Alburni, passando per la Piana del Sele.
Dunque una presentazione ufficiale, preceduta però da una degustazione guidata dei tre oli portati a spasso da “Peppino”, condotta da Maria Provenza e dalla giornalista enogastronomica Antonella Petitti. Programmata alle ore 17:30, necessita di prenotazione via mail all’indirizzo info@oliotorretta.com.
“Perchè l’olio di oliva extravergine ha bisogno di tempo e di attenzione per lasciarsi conoscere, e rappresenta non solo uno straordinario simbolo del Mediterraneo e della nostra Dieta Mediterranea, ma anche un prezioso alleato del nostro benessere, a raccontarcelo ogni giorno sono i migliori ricercatori ed oncologi del mondo”, sottolinea Provenza.
A conclusione dell’intenso pomeriggio al Frantoio Torretta ci sarà l’aperitivo a base di olio extravergine di oliva, accanto al già noto “Bar dell’olio”, dove si realizzeranno cocktail all’olio grazie alla maestria del barman Jan Bruno Di Giacomo.
A preparare i finger food 4 ristoratori ed amici di Torretta: gli chef dei grani Vito De Vita ed Helga Liberto di PizzArt, la cuoca cilentana Giovanna Voria dell’Agriturismo Corbella e lo chef Mimmo Esposito di Re Baldovino. Ognuno di loro si dedicherà ad una parte del menù, diviso in base all’utilizzo dei tre oli: il delicato, il medio e l’intenso.
L’ingresso è libero, ma per via dei posti limitati la prenotazione è obbligatoria.
Programma in dettaglio di “Benvenuto Peppino”

ore 17:30 Degustazione guidata 3 oli Torretta
conducono Maria Provenza e la giornalista Antonella Petitti
Ingresso gratuito su prenotazione
Interverrà la giornalista enogastronomica Laura Gambacorta

ore 18:30
Presentazione ufficiale della “Carta degli oli” e di “Peppino”
Interverrà il maestro ceramista Pasquale Liguori

ore 19:30 Aperitivo Torretta
Cocktail all’olio e finger food con Jan Bruno Di Giacomo, Mimmo Esposito, Helga Liberto, Vito De Vita e Giovanna Voria.
Frantoio Torretta
Via Serroni Alto 29 – BATTIPAGLIA (SA)
Tel. e Fax 0828.672615
info@oliotorretta.it
http://www.oliotorretta.it

Ufficio Stampa a cura della redazione di Rosmarinonews.it
Info e prenotazioni: redazione@rosmarinonews.it

Dal 10 marzo Pizzazzà Colli Aminei diventa “Castellano – Le Pizze di Luca”

(c) 2015 Luciano Furia #pizzazza, #lucacastellano
www.lucianofuria.com

(c) 2015 Luciano Furia #pizzazza, #lucacastellano http://www.lucianofuria.com

Totale restyling per il locale della famiglia Castellano in viale dei Pini ai Colli Aminei che dal 10 marzo abbandonerà il marchio Pizzazzà, con cui ha operato sinora, per trasformarsi in “Castellano – Le Pizze di Luca”. Il nuovo marchio, ideato da Maurizio Cortese, CEO di Cortese way, e realizzato da Activart communication, intende valorizzare la figura del maestro pizzaiolo, ultima generazione della famiglia, che già da anni affianca nella conduzione del locale gli esperti genitori Gianni e Rosaria. Una famiglia, quella dei Castellano, legata storicamente alla pizza napoletana in quanto nel lontano 1923 Ciro e Giorgia Leone, bisnonni di Luca, fondarono la celebre pizzeria Trianon nel centro storico di Napoli.
Totalmente rinnovato anche il menu che, grazie alla consulenza enogastronomica di Maurizio Cortese, registra l’ingresso di tanti prodotti di eccellenza altamente selezionati. Vera e propria chicca in esclusiva per i Castellano è la “Stringata”, il noto salume creato da Berardino Lombardo in cui si fondono perfettamente lardo, lonza e pancetta di maiale di razza nera casertana. Tra le tante novità in carta anche i dolci del maestro pasticciere Sabatino Sirica e i gelati della maestra gelatiera Pina Molitierno di Vanilla Ice Lab.
Personalizzano il locale, dando un ulteriore tocco di classe, le foto d’autore di Luciano Furia, food photographer specializzato nella pizza.

Castellano – Le Pizze di Luca
Viale dei Pini, 25 (Colli Aminei)
Tel. 081 7418243 – 335 8169968
Aperto tutti i giorni a pranzo e a cena (chiuso domenica a pranzo)

Ufficio stampa
Laura Gambacorta
Mob. 349 2886327
Email: laugam@libero.it