Agerola: la lunga vigilia di S. Antonio Abate

IMG_6909

Rito e mito convivono. E così, ogni anno, qualche giorno prima della festa gli agerolesi vivono nell’attesa del 17 gennaio, il giorno dedicato alla festività di S. Antonio Abate, il santo patrono, la cui statua è custodita nella Chiesa di S. Pietro Apostolo.

Anche quest’anno gruppi di volontari dell’associazione “S. Antonio Abate”, dal 9 al 12 gennaio, sono andati in giro per consegnare il tortano tradizionale. La tradizione di quest’omaggio si perde nella notte dei tempi. Nessuno sa quando è incominciata, ma tutti la perseguono. Più di un secolo fa, i tortani venivano portati in giro a spalla adagiati su bastoni di castagno. Per questo motivo, il pane ha assunto la forma intrecciata che vediamo oggi: due impasti di filoncini di pane intrecciati prima di essere infornati per la cottura.

IMG_6818

Durante il giro il tortano viene consegnato ai residenti insieme al calendario dedicato all’evento. Le offerte rilasciate serviranno poi ad affrontare le spese per la festa.

Il giorno dell’attesa è il 16 gennaio. Si è svegli tutta la notte in attesa delle 4 di mattino quando i fuochi di artificio daranno l’avvio ufficiale alla festa, seguiti alla 5 dalla messa solenne durante la quale saranno distribuiti ai fedeli mini tortani con cigoli. Alle ore 9 poi l’uscita in processione di S. Antonio Abate, che si ferma a mezzogiorno nella chiesa di S. Matteo Apostolo da dove riprenderà alle ore 16. Al ritorno in chiesa alla frazione Pianillo, la solenne celebrazione con il Vescovo Monsignor Orazio Soricelli.

 

Annunci

Sant’Antonio Abate: il 15 gennaio taglio del nastro per l’evento più atteso dell’anno

_MG_3718

Presentata ufficialmente, ieri, presso il ristorante “Maristella” la “XX Fiera Città di Sant’Antonio Abate e XXVII Sagra della Porchetta”.

Grande fermento per un evento che quest’anno si presenta rinnovato grazie all’impegno di un gruppo di giovani che tiene molto a cuore le sorti del proprio paese.

IMG_3660

E così, nella struttura di via Lettere, la stessa zona in cui per dieci giorni si svolgerà il tradizionale (15-24 gennaio 2016), c’erano Alessandro Irollo, direttore artistico della rivista CamCampania, mediapartner della manifestazione; Ermanno Corsi, giornalista e scrittore che non ha bisogno di presentazione; Palma Abagnale, presidente dellassociazione culturale-turistica CamCampania; il sindaco Antonio Varone; Pasqualino D’Aniello, membro della start-up “be Bang s.r.l.s.”, ente organizzatore della fiera; Mariassunta La Mura, assessore alla cultura e alla fiera del Comune di S.Antonio Abate.

Tradizioni enogastronomiche, identità, cultura, territorio, spettacolo: questi gli argomenti affrontati dai relatori che hanno evidenziato il nuovo corso di una kermesse ormai storica per i Monti Lattari.

Inoltre, un momento fondamentale è stato quello dedicato alla presentazione del libro di Ermanno Corsi, “Sindaco in fuga”, che ha conquistato l’uditorio.

IMG_3657

Infine, a tutti è stato dato appuntamento a venerdì 15 gennaio, giorno dell’inaugurazione. Padrinio d’eccezione: don Antonio Polese.

locandina fiera

INFO

XX FIERA CITTÀ DI SANT’ANTONIO ABATE E XXXVII SAGRA DELLA PORCHETTA

Via Lettere, 80057 Sant’Antonio Abate (NA)

Gli orari

Dal lunedì al sabato dalle 16:00 alle 22:00; domenica dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 22:00.

Ingresso gratuito

E-mail: info@fierabatese.it  Web: www.fierabatese.it  Tel: 333 90 43 960

Fb: Fiera Sant’Antonio Abate e Sagra della porchetta

https://www.facebook.com/Fiera-SantAntonio-Abate-e-Sagra-della-porchetta-1576650272552529/?fref=ts

Media Partner: CamCampania – www.camcampania.it

Ufficio Stampa

Dott.ssa Palma Emanuela Abagnale

E-mail: redazione.camcampania@gmail.com

DiVin Ricette

io

Grande successo per “Le ricette dell’Agro Nocerino-Sarnese” a Sant’Antonio Abate. Sabato scorso, nella sala della biblioteca, Giovanna Mascolo presidente dell’Associazione “Napoli è” e Alfonsina Longobardi, poliedrica ideatrice del ristorante “Nonna Giulia” di Lettere, hanno illustrato “Le ricette dell’Agro Nocerino-Sarnese”.

Il libro di Nunzia Gargano (Prefazione di Luciano Pignataro), edito dalle Edizioni dell’Ippogrifo, è stato un evento nell’evento di “DiVin Castagne”, l’intensa manifestazione che dal 3 al 9 novembre scorso ha letteralmente sconvolto il comune ai piedi dei Monti Lattari trasformandolo in un luogo privilegiato di promozione territoriale.

io libro

Fagiolo mustacciello, funghi, vino, castagne, patata ricciona, pane tradizionale, sfritto di maiale, laboratori didattici e percorsi educativi sul miele e sul vino, musica popolare questi i protagonisti indiscussi di un appuntamento sempre più apprezzato di un anno in anno.

ioalfgio

Molto interesse hanno infatti suscitato le 343 ricette del libro della giornalista enogastronomica che, nel suo intervento, ha evidenziato la necessità di rivalutare il discorso sulla cucina per comprendere come la ripetizione delle pietanze tradizionali sia da un lato il modo per non perdere il rapporto con i luoghi natii, dall’altro l’unica possibilità per vivere consapevolmente in una prospettiva glocal.

Non si può essere cittadini del mondo, se si ignora il luogo in cui si opera.

Foto di Gianni Cesariello

Al via il week-end targato “Divin Castagne”

progrmmadiv

Primo appuntamento serale per il quarto giorno di “Divin Castagne”, la manifestazione che da lunedì scorso ha trasformato Sant’Antonio Abate nel centro del mondo.

Come al solito, stamattina, in piazza don Mosè Mascolo, dalle 10 alle 12.30, si sono svolti i percorsi ludico-educativi di trasformazione del vino rivolti ai bambini e il laboratorio dedicato alla micologia e ai funghi del territorio.

L’avventura continuerà stasera con alternative per tutti i gusti. Alle 21 con lo spettacolo di Gerardo Amarante e gli “Spaccapaese”; la spray art, la mostra micologica e quella degli antichi mestieri.

Da non sottovalutare il momento degustativo dedicato ai prodotti tipici locali a cura del ristorante “Nonna Giulia” di Lettere con i poliedrici Alfonsina e Gennaro Longobardi.

Ricette autunnali

SAPORID'AUTUNNO

Il libro di Nunzia Gargano, “Le ricette dell’Agro Nocerino-Sarnese” (Prefazione di Luciano Pignataro), edito dalle Edizioni dell’Ippogrifo, sarà presentato sabato 7 novembre, alle 18.

copertins le rice

L’appuntamento è presso la biblioteca comunale di S. Antonio Abate nell’ambito di “Sapori d’autunno”, la quinta giornata della manifestazione “Divin Castagne 2015”. Giovanna Mascolo e Alfonsina Longobardi condurranno il pubblico alla scoperta di un affascinante viaggio sulle tappe dei prodotti tipici e delle tradizioni locali.